Eurolega: Scocca l’ora dei playoff

TABELLONE PLAYOFF - Ecco le sfide tra i top team di questa Eurolega 2011:

Caja Laboral – Maccabi Tel Aviv

Sam Emeterio, ala piccola del Caja Laboral (fandeporte.com)

Sfida all’insegna del grande equilibrio, con gli spagnoli forti di una ritrovata chimica di squadra dopo qualche momento difficile e gli israeliani pronti a mettere sul parquet esperienza e abitudine a sfide da dentro-fuori: David Logan ha dato al Caja Laboral punti e geometrie in più, mentre in difesa è fondamentale la presenza dell’immancabile Fernando San Emeterio. I punti deboli dell’ex Tau Vitoria risiedono nel settore lunghi: tante ottime ali in grado di correre bene il campo e di realizzare da qualsiasi posizione, nessun centro in grado di dominare con il proprio fisico e di catturare ogni rimbalzo graviti nella sua zona: le medie di Stanko Barac infatti (poco più di 5 rimbalzi in 24 minuti di media di impiego) non sono rassicuranti e sono in calo con il crescere dell’intensità delle partite. Il Maccabi di contro ha scarsa esplosività, si affida ad un sistema di gioco collaudato e in cui spiccano il talento e la versatilità di Lior Eliyahu: l’ala grande classe ’85 (11.7 ppg con quasi il 64% al tiro) ha trovato il suo ideale complemento in Sofoklis Schortsanitis, prezioso nel calamitare le attenzioni delle difese e nell’aprire il campo per i propri esterni. A colpire dal perimetro, infatti, sono rimasti sia David Blu, sia Guy Pnini: l’impressione è che il Caja Laboral sia più forte, ma che il Maccabi possa essere più pronto all’appuntamento.
Pronostico: Caja Laboral

Regal Barcellona – Panathinaikos

Uno dei grandi classici del basket nostrano è protagonista già nel primo turno dei playoff dell’Eurolega: gli spagnoli sono una vera e propria macchina da guerra, non conoscono sconfitte in campo europeo dalla battuta d’arresto contro il Lietuvos Rytas sulla sirena e appaiono davvero in gran forma. Se Rubio non incanta, c’è Victor Sada a dirigere con grinta e razionalità un’orchestra con tanti, tantissimi punti nelle mani: Juan Carlos Navarro e Terrence Morris hanno il compito di accelerare e imprimere scossoni decisivi agli incontri, mentre sotto i tabelloni la classe e l’eleganza di Erazem Lorbek è compensata dalla fisicità di Boniface N’Dong e dalla freschezza energica di Kosta Perovic. L’unico punto debole dei blaugrana sembra essere la tenuta mentale, con qualche passaggio a vuoto che spesso sfocia nella ricerca esasperata del tiro dalla lunga distanza. Impresa impossibile dunque per il Panathinaikos, ridimensionato dopo le partenze eccellenti dell’estate, ma rivitalizzato dalla classe di Diamantidis: gli innesti Maric e Sato non si sono ancora ambientati a dovere e a risentirne è soprattutto la fluidità di gioco. Non potendo contare, infatti, sulla presenza fisica di un centro dominante o sulla capacità di un’ala come l’ex Montepaschi di attaccare da qualsiasi posizione, i possessi ristagnano sempre nelle mani dei playmaker, costretti a giocare molto sul perimetro e a inventare per creare sbocchi.
Pronostico: Regal Barcellona

Real Madrid – Power Valencia

Ettore Messina, coach del Real madrid (blogcanestro.blogspot.com)

Pur con tutta la scaramanzia del caso, per Ettore Messina questo quarto di finale è un vero e proprio colpo di fortuna: trovarsi contro la corazzata Ulker avrebbe infatti rappresentato ben altra sfida rispetto a un Valencia in grandissima forma ma già miracolato da questa qualificazione insperata. Le chiavi di volta del Real Madrid portano i nomi di Ante Tomic e Carlos Suarez, con il primo ancora troppo discontinuo ma in grado di spaccare letteralmente in due la partita se in giornata di grazia, mentre il secondo è capace di tenere insieme la squadra con fisicità, corsa e grinta. Le medie di Suarez sono in aumento, così come quelle di Mirotic, meraviglioso talento tutto da scoprire: anche per il Real però sono sempre dietro l’angolo  blackout psicologici e problemi di falli, che oltre a togliere di mezzo pedine fondamentali come Reyes, Tomic, Suarez e Prigioni, spesso portano Llull e Clay Tucker a forzare oltremodo. Valencia può contare su un Robertas Javtokas tornato in gran forma e sulla completezza di Dusko Savanovic, positivo già in estate con la nazionale serba: Nando De Colo e Florent Pietrus mixano capacità realizzativa con velocità e fisicità, mentre ci si aspetta un salto di qualità da Martinez, che oltre ad essere un grande tiratore deve migliorare senza ombra di dubbio nelle sue doti di leadership e di continuità.
Pronostico: Real Madrid

Olympiacos – Montepaschi Siena
Tutto dipende da Bo McCalebb: se il folletto senese sarà in grado di tenere il campo in maniera efficace, il Montepaschi può avere molte possibilità di prevalere sui favoriti greci, se invece toccherà a Jaric o a Zisis le difficoltà aumentano. L’Olympiacos infatti fa della cabina di regia il proprio propellente esplosivo: il talento unico e la genialità di Milos Teodosic si alternano all’esperienza e all’affidabilità di Theo Papaloukas, con Jamont Gordon e Vassilis Spanoulis a garantire punti, rapidità di esecuzioni e varietà di movimenti offensivi. La ciliegina sulla torta di un progetto all’apparenza quasi perfetto è stata l’aggiunta di Radoslav Nesterovic, cavallo di ritorno nel basket europeo di alto livello dopo tante stagioni di militanza NBA: lo sloveno è penalizzato dai cali di forma che su un giocatore di questa stazza sono difficili da superare in breve tempo, ma dal punto di vista tattico è davvero una pedina fondamentale. Sarà ingrato dunque il compito di Rakovic e Lavrinovic: i due lunghi del Montepaschi, poco propensi al gioco difensivo e con sempre il rischio di problemi di falli non potranno concedersi pause di riflessione. Rimantas Kaukenas dovrà essere il primo terminale offensivo e tenere costantemente sull’attenti la difesa avversaria, per non permettere all’Olympiacos di allungare con parziali che possono essere letali: a maggior ragione, diventa irrinunciabile un pronto rientro di McCalebb, per dare quella verve e quella capacità di strappare sul ritmo partita che nè Zisis nè Jaric possono garantire.
Pronostico: Olympiacos

Andrea Samele

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

1 2

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews