Eurobasket 2013: Italia batte Turchia 90 a 75

Belinelli in azione contro la Turchia (ansa.it)

Belinelli in azione contro la Turchia (ansa.it)

Buona anche la seconda per gli azzurri di coach Pianigiani, che battono la corazzata turca per 90 a 75.

A meno di 24 ore dall’esordio positivo contro la Russia la nazionale italiana di basket affronta la nazionale turca di Bogdan Tanjevic, santone del basket europeo che ci portò alla vittoria negli europei del 1999 in Francia. La squadra turca gode di maggiore stazza fisica ed ingombro volumetrico rispetto a quella italiana soprattutto sotto canestro, dove da tenere d’occhio è soprattutto Omer Asik, pivot degli Houston Rockets.

Le squadre partono con le polveri bagnate, soprattutto l’Italia che sbaglia i primi tiri da 3 punti, ma anche la Turchia dimostra di non aver meccanismi ben oliati. La prima fuga è pero turca con 2 triple in poche secondi che danno alla nazionale del Bosforo un piccolo vantaggio di 4 punti (8-12) sugellato poi da una prorompente schiacciata ad una mano di Erden, ma gli azzurri non si perdono di certo d’animo e trascinati dal giovane Melli, con il supporto del sempre preciso e prezioso Diener, ribaltano il parziale.

E’ una fase in cui mentre l’Italia, capendo che il tiro dalla distanza non va, prova con ficcanti conclusioni da sotto, soprattutto grazie a Melli; la Turchia, all’opposto, si affida ancora dalla conclusione dalla lunga distanza. Il sorpasso azzurro si concretizza a fine del primo quarto grazie a 2 triple, una di Gentile e l’altra di Belinelli.

Il secondo quarto vede bene o male  sempre lo stesso copione: Melli è davvero immarcabile e, coadiuvato da Gentile, dà il primo vantaggio significativo per gli azzurri  (26-19). Alla festa si aggiunge Vitali con 2 triple importanti, il tutto sotto l’ottima regìa di Diener, davvero ispirato. La Turchia con Arslan e Gonlum prova a riaprire i giochi ma è Belinelli con un terzo tempo spettacoloso, una tripla ed il canestro finale dalla media a sigillare il +10 Italia all’intervallo.

Alla ripresa la Turchia prova a partire in maniera aggressiva ma gli azzurri non si fanno intimidire, anzi trovano in maniera decisa un allungo ancora più marcato: l’uomo copertina in questa frazione è Pietro Aradori. Semplicemente devastante, il giocatore canturino mette sotto torchio gli avversari infilando il canestro in tutte le maniere possibili, soprattutto da lontano ma anche dal pick and roll non lascia scampo alcuno a qualsivoglia marcatore e poco rilevanti sembrano i canestri di Asik sotto canestro perché l’eroe del quarto è proprio il buon Pietro.

Coach Simone Pianigiani (ansa.it)

Coach Simone Pianigiani (ansa.it)

L’Italia. ad ogni modo. gioca decisamente bene con un’ottima circolazione di palla ed in modo ragionato limitando al massimo le palle perse; il quarto si chiude con un altro canestro azzurro allo scadere stavolta di Gentile (74-57). E proprio questo sembra esser il prologo e l’introduzione di quello che sarà il protagonista del quarto finale: il figlio del grande Nando raccoglie al meglio l’eredità di Aradori e, se il canturino tendenzialmente puniva i turchi con il tiro, il milanese non ha disdegnato i terzi tempi, in cui poteva far valere la propria rapidità e la propria potenza.

Anche qui i turchi con Turkoglu ed Ilyasova hanno provato una flebile risposta ma non c’è stato nulla da fare perché, complice anche un serata storta dalla lunetta da parte dei ragazzi del Bosforo, l’Italia non sembra aver avuto grosse difficoltà nel controllare la partita. Finisce dunque 90-75 per gli azzurri che nelle prime due giornate sconfiggono in maniera meritata due delle tre più temibili avversarie ed in attesa della Grecia, la terza squadra pericolosa del girone, possono godersi il giorno di pausa rinfrancata dalle positività e dalle certezze di questa prima fase.

Il tabellino

Italia-Turchia 90-75 (22-19, 22-14, 30-23,16-18)
Italia: Aradori* 23 (5/5, 4/5), Gentile 20 (5/8, 3/5), Rosselli ne, Vitali 5 (1/2, 1/1), Poeta 2 (1/1), Melli 14 (7/12), Belinelli* 17 (3/8, 2/3), Diener 2 (1/2, 0/1), Cusin* 2 (1/2), Datome* (0/3, 0/3), Magro ne, Cinciarini* 5 (1/4, 1/1). All: Pianigiani. Ass: Dalmonte, Fioretti
Turchia: Balbay 3 (0/1, 1/1), Preldzic 9 (4/7, 0/1), Guler*3 (0/1, 1/1), Batuk ne, Ilyasova 11 (4/6, 1/4), Erden 4 (1/3), Cetin* 11(3/5 da tre), Savas ne, Gonlum* 7 (2/5), Arslan 3 (1/4 da tre), Asik* 12 (4/4), Turkoglu* 12 (1/5, 2/2). All: Tanjevic. Ass: Erdogan, Ugurata

Arbitri: Zurapovic (Bih), Kokainis (Let), Geller (Bel)

Tiri da due Ita 25/47, Tur 16/32; tiri da tre Ita 11/19, Tur 9/18; tiri liberi Ita 7/11, Tur 16/28. Rimbalzi Ita 29 (10 Melli), Tur 34 (8 Preldzic). Assist Ita 11 (4 Diener), Tur 16 (4 Preldzic, Arslan, Turkoglu).
Usciti 5 falli: Cusin (Ita),

La classifica del gruppo D

Finlandia 4 (2/0)
Italia 4 (2/0)
Grecia 2 (1/0)*
Turchia 2 (0/2)
Svezia 2 (0/2)
Russia 2 (0/1)*
*una gara in meno

(Foto: ilmessaggero.it / ansa.it)

Edoardo Orlandi

@EdoardoO83

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews