Euro 2012, Spagna-Irlanda 4-0: gli spagnoli abbattono il Trap

SPAGNA-IRLANDA 4-0: 4′ pt Torres (S); 4′ Silva (S), 25′ Torres (S), 38′ st Fàbregas (S).

Torres autore di una doppietta

Gdnask (Danzica) – La Spagna dà dimostrazione di forza nella sfida contro l’Irlanda del Trap. La roja non ha pietà: dall’inizio alla fine del match spinge sull’acceleratore, conscia del fatto di avere l’opportunità di segnare molti gol che influiranno in caso di fine del girone C a pari punti. La vittoria schiacciante di stasera è un segnale: i campioni di tutto non muoiono mai. E ora per l’Italia si fa dura: speriamo di non sentire profumo di biscotti ispano-croati.

Alla Gdnask Arena gli allenatori non rivoluzionano le formazioni schierate nel match d’esordio: nella Spagna Fernando Torres vince il ballottaggio con gli altri attaccanti Llorente e Negredo. Alle sue spalle il trio fantasia e geometria Silva-Xavi-Iniesta. L’Irlanda risponde con capitan Robbie Keane supportato da un folto centrocampo: le due ali Damien Duff e Aiden McGeady proveranno a inserirsi per sorprendere la retroguardia iberica. Del Bosque vuole approfittare del passo falso dell’Italia contro la Croazia e Trapattoni pretende dai suoi una scossa di orgoglio dopo la brutta sconfitta contro la nazionale di Bilic.

I campioni spagnoli partono subito forte: con un’azione corale Silva entra in area, Dunne lo chiude, ma Torres piomba sulla palla vagante, aggira facilmente un lento Ward e batte Given. La partita è messa in discesa dalle furie rosse, che dopo 4 minuti si trovano già in vantaggio di un gol. L’Irlanda sembra aver accusato il colpo e fa fatica ad uscire dalla propria metà campo. Il giropalla spagnolo è vorticoso: con estrema facilità gli uomini di Del Bosque nascondono il pallone agli avversari e si presentano più volte davanti a Given. Il portierone dell’Aston Villa però è sempre attento e risponde alle conclusioni di Torres, Xavi e Iniesta. Verso la fine della prima frazione si vede un minimo di reazione irlandese, supportata dai due centrali di centrocampo Whelan e Andrews che non risparmiano botte a nessuno. Negli ultimi minuti la Spagna prova a tagliare le gambe ai verdi: Xavi, Iniesta, Torres e Silva danno vita a un vero e proprio assedio. Attacchi che però non portano frutto: il primo tempo si chiude sull’1-0 per la Spagna.

Il secondo tempo si apre in fotocopia del primo: dopo soli 4 minuti Silva va in gol, portando il risultato sul 2-0. Il fantasista del Manchester City ha tempo di stoppare, controllare, prendere la mira e piazzare la palla all’angolino alla sinistra di Given, impotente questa sera. Il portiere irlandese prova a tenere a galla i suoi con parate prodigiose (chiedere a Xavi), ma non può nulla quando si trova Torres a tu per tu: l’attaccante non sbaglia più, e infila all’angolo destro il gol del 3-0 su assist di un ispiratissimo Silva. Nel finale c’è gloria anche per il subentrato Fàbregas, che prende il posto di Torres: il blaugrana conquista palla in area di rigore e al 38′esimo scaraventa un missile che lascia impietrito l’ormai rassegnato Given.

La squadra di Del Bosque ha incantato per tutta la durata della partita. Passaggi millimetrici, verticalizzazioni, avversari disorientati e nemmeno un segno di poca lucidità e stanchezza. Alle volte il gioco della Spagna quasi innervosisce per quanto è preciso e pulito, ma bisogna rendere merito ai vincitori: se dovessero giocare sempre così, sarà dura batterli.

Ottima prova di Silva, un po’ in ombra con l’Italia, di Torres, Iniesta e Xavi. Il reparto difensivo non è mai stato impegnato, ma qualche sbavatura di troppo poteva essere pagata cara se l’Irlanda avesse avuto degli attaccanti più pericolosi. Un applauso al pubblico irlandese: anche sul 4-0 ha continuato a cantare per i propri giocatori. Grande esempio di sportività.

TABELLINI:

SPAGNA (4-2-3-1): Casillas; Arbeloa, Ramos, Piquè, Jordi Alba; Busquets, Xabi Alonso (20′ st Javi Martinez); Silva, Xavi, Iniesta (35′ st Cazorla); Torres (28′ st Fàbregas).

A disposizione: Valdes, Reina, Albiol, Juanfran, Negredo, Pedro, Jesus Navas, Llorente, Mata. All. Del Bosque.

IRLANDA (4-4-1-1): Given; O’Shea, St. Ledger, Dunne, Ward; Duff (31′ st Mc Clean), Whelan (35′ st Green), Andrews, Mc Geady; Cox (1′st Walters); Keane.

A disposizione: Westwood, Forde, Kelly, Mc Sheane, Gibson, Hunt, O’Dea, Long, Doyle. All. Trapattoni

Ammoniti: 34′ Keane (I), 46′ pt Whelan (I); 9′ Xabi Alonso (S), 31′ Javi Martinez (S), 39′ st St. Ledger (I).

Espulsi: nessuno.

Arbitro: Proença (Portogallo).

CLASSIFICA GRUPPO C: 

CROAZIA 4

SPAGNA 4 

ITALIA 2

IRLANDA 0

Fabio Donolato

 Foto / http://www.vivicentro.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews