Euro 2012: Italia-Croazia 1-1. Mandzukic risponde a Pirlo

Andrea Pirlo, autore della rete del vantaggio per l'Italia

Corsi e ricorsi storici. Otto anni fa l’Italia, dopo aver raccolto due pareggi ed una vittoria, usciva dall’Europeo portoghese a causa di più che prevedibile pareggio 2-2 tra Danimarca e Svezia. A guidare quella squadra, dal campo, un esordiente (almeno in una competizione internazionale) Antonio Cassano e, dalla panchina, un ben più esperto Giovanni Trapattoni. A otto anni di distanza, l’Italia continua ad essere guidata dal talento barese ma il suo destino passa nuovamente per le mani del Trap, dopo l’incolore pareggio strappato con la Croazia.

A Poznan va in scena la seconda giornata del gruppo C con la sfida tra un’Italia galvanizzata dall’aver bloccato i campioni in carica della Spagna ed una Croazia che, dopo aver annullato l’avversario irlandese, potrebbe anche accontentarsi del pareggio. Prandelli conferma l’11 titolare contro la Spagna, con De Rossi centrale di difesa, centrocampo affidato ai piedi di Pirlo e i “bad boy” Cassano e Balotelli a cercare di sfondare la difesa croata.

La partita conferma le insidie della vigilia, con una Croazia che imposta subito la gara sul piano dell’organizzazione e della veemenza fisica. Ma l’Italia comincia bene, come già fatto contro la Spagna: gli azzurri impostano, controllano in maniera ordinata e verticalizzano sfruttando la grande voglia di rivalsa di Balotelli.

Supermario, infatti, corre su tutto il fronte offensivo, rivaleggiando contro i colossi della difesa croata e aprendo varchi per l’inserimento dei centrocampisti. Il problema dell’Italia, però, continua ad essere quello del gol: Balotelli ci prova dalla distanza, uno scatenato Marchisio esalta i riflessi di Pletikosa, Cassano mostra positivi segnali di ripresa. Ma il gol tarda ad arrivare, almeno fino a quando Pirlo non inventa una delle sue insidiose punizioni, portando l’Italia meritatamente in vantaggio al 39’ del primo tempo.

La ripresa comincia secondo lo stesso copione dei primi 45 minuti, con l’Italia che continua a dominare. Alla distanza, però, gli azzurri calano fisicamente ed emerge una maggiore voglia della squadra allenata da Bilic, con un Modric che sposta in avanti il proprio raggio d’azione. La squadra allenata da Prandelli sembra poter controllare con una certa facilità. Ma, in simili competizioni, anche un solo errore può essere fatale: cross dalla sinistra, Chiellini salta a vuoto e Mandzukic, già a segno contro l’Irlanda, controlla agevolmente e batte Buffon.

A nulla servono gli ingressi di Di Natale e Giovinco (rispettivamente per Balotelli e Cassano) ed il forcing finale azzurro. La Croazia si schiera in difesa e riesce a strappare un utilissimo pareggio. All’Italia resta l’amaro in bocca per una partita a tratti dominata ma che ha ancora una volta ha mostrato  la cronica incapacità di chiudere i match e di gestire il vantaggio. Tocca riaffidarsi a Trapattoni, nella speranza che stasera possa battere la Spagna e che lunedì si possa vincere contro l’Irlanda. Una vittoria che, in ogni caso, potrebbe non essere sufficiente per passare il turno.

Antonio Giordano

 

Tabellini

Italia (3-5-2) – Buffon; Bonucci, De Rossi, Chiellini; Maggio, Marchisio, Pirlo, T.Motta (63′ Montolivo), Giaccherini; Balotelli (69′ Di Natale), Cassano (83′ Giovinco). A disposizione – De Sanctis, Sirigu, Ogbonna, Balzaretti, Abate, Nocerino, Diamanti, Borini. Allenatore: -Prandelli.

Croazia (4-4-2) – Pletikosa; Srna, Corluka, Schildenfeld, Strinic; Rakitic, Vukojevic, Modric, Perisic (68′ Pranijc); Mandzukic (94′ Kranjcar), Jelavic (83′ Eduardo). A disposizione – Subasic, Simunic, Buljat, Vrsaljko, Vida, Badelj, Dujmovic, Kalinic, Kelava

ARBITRO: Howard Webb (ENG)

MARCATORI: 39′ Pirlo (I), 72′ Mandzukic (C)

AMMONITI: 56′ Thiago Motta (I), 80′ Montolivo (I), 86′ Schildenfeld (C)

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews