Etruria. Sit-in dei truffati sotto casa della Boschi

Firenze – Una manifestazione in piena regola. E’ questa la scena che si è palesata sotto le finestre di casa del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi, questa mattina a Laterina (Arezzo) e rilanciata da tutte le testate. I manifestanti sono i truffati dalle quattro popolari Etruria, CariFerrara, Banca Marche e CariChieti e poi scornati dal decreto salva-banche.

Ricorda Rainews24.it che la manifestazione era in programma da tempo e prevedeva l’incontro nella piazza di Laterina, località di residenza del ministro. Quello che forse è stata un’improvvisazione era l’anticipazione del raduno sotto casa Boschi con slogan, fischietti e striscioni per lanciare un messaggio forte e chiaro contro il ministro, il Governo e il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La manifestazione è stata del tutto pacifica e si è svolta sotto il controllo delle autorità locali che da tempo ormai sono occupate a vigilare sull’incolumità della famiglia Boschi; non di meno il raduno di protesta è stato efficace anche per fare ricordare lo scandalo banche sepolto da alcune settimane sotto il clamore delle Unioni Civili e il dibattito sulla Stepchild Adoption.

Gli ex correntisti, tuttavia, non ci stanno a essere liquidati e hanno voluto ricordare come il dl del Governo Renzi abbia di fatto privato loro dei risparmi e alleviato le responsabilità dei vertici delle banche in questione tra i quali spicca Pier Luigi Boschi, padre del ministro.

PERFORMANCE – Rainews24 fa sapere che nessuna reazione è pervenuta dalla casa del ministro, ma questo non ha scoraggiato gli astanti i quali hanno persino inscenato delle performance satiriche lanciando banconote false e urlando in coro «Esci fuori».

Un manifestante, indossando una parrucca e una toga, ha fermato i passanti per chiedere loro se padre e ministro erano «colpevoli o no» raccogliendo solo applausi e assensi; un altro si è piazzato sui gradini della chiesa del paese invocando il parroco: «Don Mario, non faccia più entrare in chiesa la famiglia Boschi».

Chantal Cresta

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Etruria. Sit-in dei truffati sotto casa della Boschi

  1. avatar
    Andrea 28/02/2016 a 15:51

    Farebbero bene a entrare in casa Boschi e buttarla sottosopra (giù tutti i libri dalla libreria, un tavolo o tutti i tavoli a piedi in su, staccare tutti i quadri chiodi compresi, infilare qualche stuzzicadenti nelle serrature…), come loro hanno hanno fatto in banca coi risparmi dei clienti (occhio per occhio…anzi sarebbe ancora poco, ma i manifestanti sono gente civile, i Boschi no!). M. Elena dice che suo padre è una persona seria!!! Le ricordo un aforisma di Ugo Foscolo: “Ridi e riderai, chè la serietà fu sempre prerogativa degli impostori”. Alla facccia di M. Elena e di tutta la sua famiglia.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews