Erasmus di nuovo a rischio taglio: Renzi promette ma non mantiene

Il programma di mobilità studentesca Erasmus di nuovo a rischio tagli, nonostante i proclami di Renzi e del suo governo. L'Europa crolla pezzo a pezzo

erasmus

Progetto Erasmus ancora a rischio: Renzi cosa fa, oltre ai proclami?

Roma – I nuovi tagli mettono nuovamente a rischio il progetto Erasmus: il progetto europeo che consente la mobilità e lo scambio degli studenti potrebbe cadere sotto la mannaia dei tagli al bilancio dell’Unione. L’allarme, che viene rilanciato frequentemente, potrebbe in questo caso essere più di una sirena, forse anche una triste realtà, che distruggerebbe uno dei pochi elementi funzionanti dell’unità d’Europa.

RETE DELLA CONOSCENZA – L’allarme giunge dalla Rete della conoscenza, un network dei soggetti in formazione a livello nazionale; la Rete avrebbe visionato il bilancio europeo 2015 e riscontrato un taglio di oltre un miliardo di euro alla voce “Ricerca e innovazione”, sotto la quale rientra anche il programma Erasmus.
Erasmus da 25 anni fa viaggiare per l’Europa i giovani studenti universitari, ricoprendo un ruolo sociale di indubbio valore nel processo di unificazione dell’Unione.

RICHIESTE – Se il ministro Giannini aveva aperto a una obbligatorietà della mobilità Erasmus, oggi le richieste di Alberto Campailla, portavoce di Link, sono rivolte soprattutto alla sopravvivenza del progetto: «Chiediamo ai neo europarlamentari italiani, alle forze politiche ed al Governo di intervenire in tutte le sedi istituzionali europee per affermare la necessità di salvaguardare il Progetto Erasmus e la mobilità delle studentesse e degli studenti in tutta Europa». L’invito è stato rivolto anche al Presidente del Consiglio Renzi, da sempre – a parole – sostenitore della mobilità del programma Erasmus.

renziciglioconcord

Matteo Renzi, da sempre sostenitore del programma Erasmus

RENZI – A Renzi si chiede di dimostrare «di non aver utilizzato il Progetto come spot nei confronti dei giovani del nostro paese e, anche in qualità di Presidente pro tempore del Consiglio Europeo, si impegni a fermare questa scellerata manovra aumentando il fondo Erasmus nei vari paesi europei».

CONCRETEZZA – In tutto questo, quanto c’è di concreto? Sembrerebbe poco, da una parte e dall’altra. Nelle macrovoci del bilancio, infatti, non si parla apertamente di Erasmus, quindi il “taglio” è soprattutto un’illazione, per quanto sia basata su timori reali. Dall’altro fronte, però, l’interesse del governo per Erasmus sembra soprattutto una trovata da campagna elettorale, un’immagine da mantenere per raccogliere ulteriori voti, frutto della capacità di Renzi di seminare ovunque e, pur senza far fruttare nulla, raccogliere comunque.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews