Enrico Letta si è dimesso. Ma alla Camera ci andava poco già prima

Letta

Ieri a Che Tempo Che Fa, il programma condotto da Fabio Fazio su Rai 3, Enrico Letta ha annunciato le sue dimissioni da parlamentare. Il primo istinto potrebbe essere quello di fare i complimenti a Letta per la sua scelta visto che in Italia non si dimette mai nessuno. Prima di ringraziare Letta però, bisognerebbe ricordare che già prima delle sue dimissioni alla Camera ci andava piuttosto raramente.

NUMERI PESSIMI - Come riporta il noto sito openpolis.it, Enrico Letta ha partecipato solo al 22,36% delle votazioni elettroniche. Il 37,95% delle volte era in missione quindi era giustificato, mentre il restante 39,69% era semplicemente assente. Vi immaginate se un lavoratore qualsiasi si presentasse sul proprio posto di lavoro con la stessa frequenza di Enrico Letta in questa legislatura? Nella classifica di produttività parlamentare realizzata sempre da openpolis.it Letta si è classificato in fondo a questa speciale classifica: cinquecentotrentanovesimo posto su seicentotrenta.

QUANDO NON C’ERA - Ecco qualche esempio. Enrico Letta non era presente in Aula – lo riporta sempre openpolis.it – in occasione della votazione finale dell’introduzione del delitto di tortura nell’ordinamento italiano, del decreto Anti-Terrorismo, della responsabilità civile dei magistrati, del divorzio breve, dell’Italicum.

PENULTIMA LEGISLATURA - Nella legislatura precedente – quella che si è svolta dal 2008 al 2013 – Enrico Letta era andato decisamente meglio. Era stato presente il 61,30% delle volte in cui c’era stata una votazione elettronica. Non era andato in missione neanche una volta mentre era stato assente il 38.70% delle volte. E per quello che riguarda l’indice di produttività parlamentare, si era piazzato al 288esimo posto. Cosa sarà successo a Enrico Letta negli ultimi tempi per farlo peggiorare così tanto?

Nella sua lunga carriera Enrico Letta ha rivestito vari incarichi fra cui ministro per le Politiche comunitarie, Ministro dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato e presidente del Consiglio.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: style.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews