Ennesima strage di migranti: 200 morti dopo due naufragi

Ennesima strage di migranti al largo della Libia: due barconi sono naufragati con a bordo poco meno di 500 persone. Finora i morti sono 200

migranti (www.formiche.net)

migranti (www.formiche.net)

ZUWARA, LIBIA – Ennesima tragedia di migranti: ieri sera due barconi che si trovavano al largo della città di Zuwara, in Libia, sono naufragati. A bordo c’erano poco meno di cinquecento persone. A diffondere la notizia dei naufragi la BBC, che cita testimoni e funzionari statali locali. Si temono centinaia di morti: al momento il bilancio è di duecento vittime. I corpi sono stati trasportati presso l’ospedale di Zuwara, le cui coste sono le più ambite per quanti vogliano raggiungere l’Europa. Tra le vittime ci sarebbero cittadini siriani, del Bangladesh e di paesi subsahariani, del Pakistan e del Marocco.

LE DUE IMBARCAZIONI – Entrambe le imbarcazioni naufragate avevano lanciato un SOS a poche ore di distanza l’una dall’altra: nonostante l’allarme, i due barconi sono naufragati. Il primo conteneva una cinquantina di persone, il secondo circa quattrocento. Quando la Guardia Costiera è arrivata sul posto, è riuscita a trarre in salvo solo duecento persone. Per le altre si teme il peggio, anche se finora sono stati ritrovati solo duecento corpi senza vita. I superstiti sono stati trasportati in un campo per clandestini a Sabratha: a causa dei continui scontri tra le fazioni che hanno bloccato i confini con il Niger, l’Algeria e il Ciad, i migranti saranno costretti a passare in questo campo intere settimane, se non mesi, in condizioni disumane.

migrantiOLTRE SETTANTA I CADAVERI DI MIGRANTI TROVATI SU UN TIR IN AUSTRIA – Oltre alla strage in mare, la tragedia di migranti continua anche sulla terra: sono più di settanta i corpi senza vita rinvenuti in Austria in un tir abbandonato sul bordo dell’autostrada. La notizia è stata diffusa dai media austriaci che citano funzionari statali. La scoperta sarebbe stata fatta perché il camion avrebbe attirato l’attenzione della polizia, in quanto fermo in una piazzola di sosta da troppe ore. Del conducente non c’è nessuna traccia, né è stato trovato alcun indizio all’interno dell’abitacolo. Si tratta di un camion frigorifero slovacco con targa ungherese.

Ricordiamo infine che ieri sera è approdata a Palermo l’imbarcazione svedese “Poseidon”, con a bordo più di cinquanta morti: si tratta delle vittime di un ennesimo naufragio avvenuto nel Canale di Sicilia. I superstiti, circa quattrocentocinquanta persone, tutti pakistani giovanissimi, hanno raccontato di essere stati stipati in una stiva alta non più di un metro e mezzo e che, quando chiedevano agli scafisti di uscire a prendere aria, venivano minacciati e qualcuno è stato persino accoltellato.

Mariangela Campo

@MariCampo81

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews