Energia pulita grazie all’acqua

Inaugurato a Tofte, in Norvegia, il primo impianto in grado di produrre elettricità grazie al processo dell’osmosi. Un nuovo passo verso l’energia pulita

di Adriano Ferrarato

Fontana«Mi disse:“Queste acque escono di nuovo nella regione orientale, scendono nell’Araba ed entrano nel mare: sboccate in mare, ne risanano le acque. Ogni essere vivente che si muove dovunque arriva il fiume, vivrà: il pesce vi sarà abbondantissimo, perché quelle acque dove giungono, risanano e là dove giungerà il torrente tutto rivivrà”». Nell’Antico Testamento, il profeta Ezechiele descrive così l’acqua, portatrice di vita e prosperità.

L’acqua è un elemento talmente straordinario, tuttavia, da essere produttrice, se sfruttata in maniera adeguata e senza alcun tipo di spreco, anche di grande energia. In una società dove si stanno sperimentando sempre più nuovi approcci e soluzioni ai problemi ambientali e di sviluppo sostenibile, l’uso delle risorse idrauliche in campo energetico è diventato di fondamentale importanza.

Un bacino d’acqua finora è stato controllato e utilizzato in più modi, tra cui le dighe e le centrali idroelettriche, ma buona parte viene purtroppo dissipata per evaporazione o per mancato utilizzo all’interno degli impianti. Ora però si è fatto un ulteriore salto in avanti grazie allo studio approfondito dell’osmosi, un processo basato sulla grande differenza di contenuto di sale disciolto (sodio) tra acqua dolce e salata.Foce

L’osmosi si basa sul principio che, quando queste due soluzioni vengono a contatto tra loro tramite una membrana semi-permeabile, i due liquidi tendono a passare l’un l’altro fino al raggiungimento di una situazione di equilibrio. Durante questo passaggio si genera una differenza di pressione.

Quest’ultima  è stata usata a Tofte, in Norvegia per produrre elettricità, sviluppando questo modello su una scala molto più grande:dove cioè un fiume o una sorgente d’acqua dolce si miscela con una ad alto contenuto di sodio (come il mare) e installando una serie di elettrodi in grado di convertire questo movimento di liquidi in corrente elettrica.

Centrale idroelettrica

Centrale idroelettrica

Un procedimento che ha portato all’inaugurazione della prima centrale ad osmosi nel mondo ad opera della società Statkraft, da sempre attiva sul piano della ricerca di energie rinnovabili e non inquinanti.

L’intera struttura non produrrebbe alcun rischio di impatto ambientale -dà origine ad acqua salmastra, pompata successivamente in mare con nessuna conseguenza distruttiva sulla flora e sulla fauna marina- e produce elettricità pari a 4 kilowatt, ma è già in studio una centrale ancora più potente capace di produrne ben 25, fornendo corrente ad almeno 10000 case.

Pronti alla Conferenza che si terrà tra poco a Copenaghen sulle energie rinnovabili, ecco una straordinaria idea che potrebbe dare un concreto aiuto a combattere l’inquinamento. Ed un motivo in più per non sprecare un bene importantissimo.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews