Energia: in Italia le bollette più care d’Europa

In Italia energia e gas costano di più che nel resto d'Europa

Roma – La bolletta energetica in Italia si conferma tra le più costose d’Europa. Un aspetto che accomuna le famiglie italiane tanto quanto le imprese. A rivelarlo è un’analisi condotta da Confartigianato che ha preso come riferimento i prezzi, ma soprattutto gli aumenti che sono stati registrati nell’ultimo anno.

Gli imprenditori versano per l’elettricità circa il 36,4% in più rispetto alla media Ue, dato analogo anche per le forniture di gas. Tra il 2011 e il 2012 il costo dell’energia elettrica per il commercio ha subito un incremento del 12,7%. Cifre simili anche per le famiglie costrette a versare per luce, gas e benzina circa il 5,6% in più rispetto ai consumatori del resto d’Europa. Solo nell’ultimo anno la bolletta dell’elettricità per usi domestici, quindi per le famiglie, è cresciuta del 15,9%.

Non solo energia e gas, a gravare sulle famiglie italiane anche gli alti costi per benzina e gasolio: a incidere sui prezzi l’alta tassazione, che si compone di accise e Iva. A novembre per il pieno dell’auto occorrerà versare 98,65 euro, di cui gran parte corrisponde proprio a Iva e accise, e fa segnare un incremento di 8,85 euro rispetto all’anno scorso.

Per risollevare le sorti delle famiglie e delle imprese italiane, soprattutto quelle più piccole occorrerebbe riformare l’intera settore. Una riforma auspicata anche dal presidente di Confatigianto Guerrini che sottolinea come per una ripresa ci sia un necessario bisogno di una riforma, soprattutto per aiutare le piccole medie imprese. «Una riforma complessiva all’insegna dell’equità per ridurre e riequilibrare la tassazione sul prezzo dell’energia che grava soprattutto sulle piccole imprese – ha dichiarato Guerrini – . Servono anche riforme strutturali che aprano alla vera concorrenza i settori dell’elettricità e del gas e che puntino sull’efficienza energetica e sull’uso di fonti rinnovabili».

Angela Piras

Foto: economiaefinanza.blogosfere.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Energia: in Italia le bollette più care d’Europa

  1. avatar
    Rinaldo Sorgenti 02/12/2012 a 16:58

    Un’analisi cruda ma veritiera quella fatta da Confartigianato, che pone in chiara evidenza l’assoluta NON soastenibilità della situazione italiana, dove il costo dell’elettricità penalizza gravemente la competitività dell’intero sistema produttivo Paese.

    Si dimentica però di richiamare all’attenzione che la principale causa di questa situazione, totalmente divergente da quella in essere in TUTTI i Paesi più importanti e sviluppati d’Europa e del Mondo, è l’assurdo 2Mix delle Fonti” per la generazione elettrica in Italia, condizionata per circa il 60% dall’uso del Gas Metano, mentre il Carbone – che è di gran lunga il primo combustibile utilizzato per tale scopo nel mondo e soprattutto nei grandi Paesi ns. concorrenti (a partire dalla Germania) – è solo al 12%, contro un 42% in Germania ed un 37% in U.K..

    A tutto questo si sono poi aggiunti faraonici incentivi – i più elevati al Mondo – concessi alle Rinnovabili (Solare FV ed Eolico) – con un gravoso onere saggiunto alle Bollette Elettriche di tutti i consumatori. Il tutto con grave rischio strategico per il Paese e grande nocumento alla competitività delle ns. industrie, quindi penalizzazione dell’occupazione e del benessere in Italia.

    E come si conclude l’articolo? Con un giusto richiamo ad investire nell’efficienza energetica e … (incredibile, tanta è la disinformazione ed il condizionamento operato da quelle lobby) … con ulteriori Rinnovabili (magari pensando ancora al Solare FV)!

    Tutto questo dimostra come sia indispensabile fare massiccia, corretta e documentata informazione su questi temi nel ns. Paese, se davvero si vuole evityare che la demagogia e gli interessi di certe lobby portino il Paese al disastro.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews