Elezioni in Brasile: gli ultimi sondaggi

In vantaggio Dilma Rousseff, erede spirituale di Lula

di Francesca Penza

Dilma Rousseff

Tra pochi giorni, il 3 ottobre, il Brasile si recherà alle urne per scegliere il nuovo presidente.

Negli ultimi giorni i maggiori quotidiani brasiliani hanno diffuso notizie e dati relativi a tutti i candidati.

I sondaggi rivelano un netto vantaggio della candidata del Partito dei Lavoratori – Partidos dos Trabalhadores – coalizione del presidente uscente Luiz Inácio da Silva, il capo di gabinetto del partito Dilma Rousseff.

Gli ultimi dati diffusi dall’istituto di ricerca Datafolha indicano che la Rousseff incontra il 46% delle intenzioni di voto, contro il 28% di José Serra del Partito della Social Democrazia Brasiliana, e il 14% di Marina Silva del Partito Verde.

In effetti i precedenti riscontri vedevano una percentuale di più del 49% a favore della candidata del Pt, ma i tre punti persi non sono preoccupanti per il risultato finale delle elezioni, piuttosto per la necessità di un secondo turno elettorale.

Nel caso in cui nessuno dei candidati superi il 50% dei voti o non superi almeno di una preferenza la totalità dei voti espressi a favore degli altri candidati, il sistema elettorale brasiliano prevede che i due candidati che hanno accumulato un maggior numero di preferenze si riaffrontino nel ballottaggio.

I sondaggi dell’ultimo periodo, a partire dal 23 e 24 agosto, indicano la netta superiorità della Rousseff nelle intenzioni di voto dei brasiliani. La percentuale si mantiene intorno al 49% con picchi del 50 e del 51% nei dati raccolti tra il 13 e il 15 settembre, scesi solo negli ultimi giorni di tre o quattro punti percentuali.

In discesa le percentuali di José Serra, partito dal 30% ed ora bloccato al 28%, dopo essere sceso nei giorni scorsi fino al 27%.

Marina Silva

In salita invece le quote di Marina Silva: con un 9% di partenza, ora le intenzioni di voto che la riguardano sono salite al 14%.

Lo stesso istituto di ricerca Datafolha ha condotto una ricerca sul gradimento del governo del presidente uscente Lula: i dati rivelano che il 78% della popolazione ritiene che l’amministrazione uscente sia stata ottima.

Questo potrebbe rappresentare un segnale circa l’esito delle consultazioni elettorali, perché gran parte della popolazione – una percentuale che oscilla tra il 44 ed il 45 per cento – si mostra decisa ad appoggiare un candidato “lulista”, come in effetti Dilma Rousseff.

Foto | via http://billvaz.files.wordpress.com; www.greenparty.org.uk

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews