Elezioni 2013, come vengono assegnati i seggi

La mappa delle circoscrizioni della Camera dei Deputati (Fonte: Wikipedia)

Roma – La campagna elettorale è finita, le elezioni anche. Ciò che resta da stabilire ai fini della composizione del Parlamento è l’assegnazione dei seggi alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica.

È risaputo infatti che i due rami del Parlamento, benché la Costituzione italiana li qualifichi come paritetici e dunque incaricati degli stessi compiti, siano diversi sia per composizione numerica, e sia per la legge elettorale che ne regola l’elettorato attivo.

Alla Camera dei Deputati è in vigore il cosiddetto “Porcellum”, nomignolo scelto dall’allora ministro Roberto Calderoli per denominare la legge n° 270 promulgata il 21 dicembre 2005, giusto in tempo per le elezioni politiche del 2006 che, come in molti ricorderanno, consegnarono al Paese un Parlamento diviso tra Camera dei Deputati stabile, e Senato con una maggioranza di due soli membri per L’Ulivo, fattispecie questa che fu decisiva per la caduta del governo, nel 2008. Le soglie di sbarramento sono del 10% per le coalizioni, del 4% per le liste non collegate e del 2% per quelle coalizzate.

I deputati sono complessivamente 630: di questi, 618 vengono votati dagli italiani residenti sul suolo nazionale, e divisi in 27 circoscrizioni plurinominali per un voto che ha validità nazionale, e che dunque consegna alla coalizione vincitrice un premio che vale per il 55% dei seggi (340 su 630, appunto), più il deputato eletto dai residenti in Valle d’Aosta. I restanti 12 deputati vengono eletti dagli italiani all’estero, grazie alla legge 459/2001 varata dall’allora ministro Mirko Tremaglia.

Discorso più complesso – e che giustifica l’incertezza dei sondaggi in merito – per il Senato della Repubblica, che segue un modello e un andamento del voto simile a quello statunitense, grazie alla legge elettorale che assegna i senatori su base regionale, in misura proporzionale alla popolazione. Per questo, regioni come Lombardia, Lazio, Sicilia e Campania (che da sole contano circa 26 milioni di residenti, quasi il 50% della quota nazionale) sono da sempre al centro della campagna, poiché la conquista della regione e del conseguente premio di maggioranza è fondamentale per gli esiti delle elezioni stesse. Qui, le soglie di sbarramento raddoppiano: 20% le coalizioni, 8% le liste non collegate e 4% quelle coalizzate.

Vengono eletti, in misura analoga alla Camera, 309 senatori in Italia, e sei dagli italiani all’estero. Al numero complessivo di senatori concorrono poi quelli “a vita”, ai sensi dell’art. 59 della Costituzione (ex presidenti della Repubblica e cittadini meritevoli scelti dal capo dello Stato).

Le regioni del nord (Piemonte 22, Valle d’Aosta 1, Lombardia 49, Trentino Alto Adige 7, Veneto 24, Friuli Venezia Giulia 7, Liguria 7, Emilia Romagna 22) eleggono 140 senatori. Quelle del centro (Toscana 18, Umbria 7, Marchie 8, Lazio 28) ne eleggono 61, e quelle meridionali (Abruzzo 7, Molise 2, Campania 29, Puglia 20, Basilicata 7, Calabria 10, Sicilia 25, Sardegna 8 ) ne eleggono infine 108.

Vediamo infine l’assegnazione dei seggi nelle cinque regioni “in bilico” secondo i sondaggi: Lombardia, Veneto, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia.

Lombardia, totale: 49 seggi – Coalizione vincente, 27 seggi. Seconda coalizione, 15 seggi. Terza, 4 seggi. Quarta, 3 seggi.

Veneto, totale: 24 seggi - Coalizione vincente, 14 seggi. Seconda coalizione, 8 seggi. Terza, 1 seggi. Quarta, 1 seggio.

Lazio, totale: 28 seggi Coalizione vincente, 16 seggi. Seconda coalizione, 6 seggi. Terza, 3 seggi. Quarta, 3 seggi.

Campania, totale: 29 seggi Coalizione vincente, 16 seggi. Seconda coalizione, 8 seggi. Terza, 2 seggi. Quarta, 2 seggi.

Sicilia, totale 25 seggi Coalizione vincente, 14 seggi. Seconda coalizione, 7 seggi. Terza, 3 seggi. Quarta, 1 seggio.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews