Elezioni 2013, affluenza definitiva sopra il 75%. In calo rispetto 2008

elezioni affluenza

Affluenza attorno al 15% alle 12.00 della domenica

Affluenza – Dati definitivi

Dati affluenza definitiva dal ministero del’Interno. Dati pervenuti di 8077 comuni su 8092: ore 12 del 24 febbraio 14,94%; ore 19 del 24 febbraio 46,80%; ore 22 del 24 febbraio  55,17%; ore 15 del 25 febbraio 75,02%.

Affluenza ore 15- 25 febbraio

Va attestandosi sopra al 75%, in calo rispetto alle politiche del 2008, l’affluenza alle urne rilevata alle ore 15 (il dato si riferisce alla Camera dei Deputati). Secondo i dati finora disponibili, l’affluenza risulta del75,41% quando sono noti i dati di 5.057 comuni su 8.092 complessivi.

Nella precedente tornata elettorale, la percentuale omologa era stata dell’81,03%.(ANSA).

Affluenza ore 22- 24 febbraio

Un calo di oltre 7 punti percentuali. È questo il divario di affluenza tra queste elezioni politiche e quelle del 2008.  Per l’intera giornata di ieri i dati sono rimasti sotto la soglia di paragone delle scorse consultazioni, con un crollo definitivo che si è registrato per l’affluenza delle 22. Le cause possono essere tante, non ultimo il maltempo.

Alle 22 ha votato il 55,17% degli aventi diritto contro il 62,55% di cinque anni fa. Balza invece al 55,71% l’affluenza per le regionali: era stata del 46,86% alle ultime regionali, crescendo quindi di circa 9 punti. Forte l’affluenza alle urne in Lombardia: alle 22 ha votato il 57,87%; (alle precedenti regionali del 2010, alla stessa ora, era del 49,31%), 8 punti in più rispetto al 2010.

Più virtuoso il Lazio dove l’affluenza arriva al 53,19% degli aventi diritto: record a Roma rispetto alla scorsa consultazione: ha votato per le regionali il 53,95% (41,30% alle precedenti

di tre anni fa).

Bene anche in Molise: alle 22 è stata del 41,49% mentre alle alle precedenti, nel 2011, del 39,48%. 

Affluenza alle ore 19 24 febbraio - Pubblicati da pochi minuti dal sito del Ministero degli Interni i dati sull’affluenza alle urne aggiornati alle ore 19.

Hanno votato il 46,69% degli italiani aventi diritto. Un calo, per ora, del 2,64% rispetto alle ultime votazioni. Indicativo il dato delle Regionali, la cui affluenza è al 48,99%: più alta di quella delle Politiche ed in netto rialzo rispetto al 36,6% dell’ultima tornata.

I seggi hanno chiuso questa sera alle 22 e riapriranno domani, dalle 7 alle 15. Subito dopo avrà inizio lo scrutinio, cominciando dalle schede per l’elezione del Senato. Solo martedì, dalle 14, si svolgeranno gli scrutini per le elezioni regionali. Gli italiani aventi diritto al voto sono oltre 50 milioni.

Il calo potrebbe essere dovuto anche al maltempo che sta imperversando su tutta l’Italia, ed in particolare al centro nord. Copiosa la neve caduta nella giornata di oggi in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Marche.

I dati aggiornati possono essere seguiti sul sito del ministero, a questo indirizzo.

Affluenza alle ore 12 – Italiani al voto, alle 12.00 s’è recato alle urne il 14,89% degli aventi diritto, un calo di affluenza rispetto al 2008, quando votò nello stesso intervallo il 15,15%. Il dato va stabilizzandosi su queste cifre, dopo una partenza ancora più bassa (13,07%) quando al Viminale erano giunti i dati solo di metà delle sezioni aperte oggi. Il dato è riferito all’affluenza per la Camera dei Deputati ma si prevede un analogo risultato per il Senato della Repubblica.
Controtendenza le regioni dove si vota anche per il rinnovo dei consigli regionali. In Lazio, Lombardia e Molise la affluenza si è attestata sul 15,57%, contro il 10,30% delle precedenti consultazioni.

Provincie e circoscrizioni – Il record di votanti è quello dell’Emilia Romagna, attestatosi al 20,40%; segue la Liguria, con il 19,20%. Entrambi in calo, cinque anni fa fecero registrare rispettivamente il 22,46% e il 19,27%. 22,64% l’affluenza record della provincia di Ferrara. Controtendenza a Venezia, Trieste, Pordenone, Genova, Firenze, Siena, Prato, Ancona, dove l’affluenza è addirittura in aumento. Anche il dato generale del Friuli-Venezia Giulia è in aumento: 17,98% contro 17,97% del 2008.
In coda molte regioni del sud: la maglia nera spetta alla Calabria, dove alle 12.00 aveva votato solo l’8,07% degli aventi diritto. Nel 2008 era stato il 10,26%. Ma la provincia con meno votanti è quella di Agrigento, in Sicilia, dove la percentuale ha toccato il picco del 7,55%.

I dati aggiornati possono essere seguiti sul sito del ministero, a questo indirizzo.

Maltempo – A Milano misure speciali antineve, che al momento non sono state necessarie. Per garantire il voto l’amministrazione aveva predisposto speciali attività ma attualmente sul capoluogo lombardo la situazione sembra stabile. Immersa nella neve, invece, Torino.

REDAZIONE

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews