El Chapo. Ossessionato dal sesso fece impianto ai testicoli

el chapo sean penn

El Chapo Guzman, l’attore Sean Penn e l’attrice Kate Del Castillo (quotidiano.net)

New York – Come trasformare un criminale in una star. Accade al signore della droga El Chapo Guzman, l’uomo più ricercato dalla Dea messicana fino a una settimana fa e catturato in ragione di un’intervista rilasciata all’attore Sean Penn.

Fin qui il noto, come note erano le ansie di celebrità del narcotrafficante la cui vita – pare – desidererebbe vedere interpretata in un film. Sicché, dopo le avventure di Guzman intorno all’attività di trafficante e la fuga dal carcere di massima sicurezza divulgate dal pezzo di Penn pubblicato su Rolling Stone, via ora con il gossip più spinto.

VITA SESSUALE A SINALOA – Riporta il sito dailymail.com: El Chapo è ossessionato dalle donne. Un’ossessione che pare lo abbia convinto a sottoporsi ad un intervento. A spiegare i retroscena è stato il giornale messicano Reforma il quale a sua volta avrebbe citato alcune ‘fonti vicine’ agli inquirenti.

Nel luglio del 2015 El Chapo era fuggito dal carcere di massima sicurezza in cui era detenuto e tra il settembre e l’ottobre dello stesso anno si era recato all’ospedale di Tijuana – pochi km dal confine Messico-Usa – per curare una presunta disfunzione erettile causata da una cattiva circolazione sanguigna. In breve un sistema di impianto ai testicoli muniti di ‘palloncino gonfiabile’ al fine di poter iniettare droghe sessuali. Sostanze di cui El Chapo non sembrava aver bisogno avendo alle spalle tre mogli e 12 figli.

TURISMO SANITARIO SESSUALE IN MESSICO – L’operazione non è priva di rischi né per quanto riguarda la degenza né per la località scelta dal criminale. Spiega un portavoce dell’ospedale di Tijuana: la struttura è grande e con l’ospedale di Los Angeles è uno dei maggiori centri per il trattamento delle disfunzioni erettili. La differenza – continua il portavoce – sta nella facilità con cui si può finire sotto i ferri.

A Tijuana i controlli sono nulli, i permessi facili da ottenere, l’ideale per chi ha denaro da spendere ma desidera restare nell’anonimato. Così il confine con gli Usa si è trasformato in luogo di ritrovo preferenziale per pazienti di ogni grado e provenienza i quali si rivolgono alle varie cliniche private che nel frattempo sono sorte approfittando del business sanitario.

E che Guzman abbia usufruito del servizio di Tijuana pare sia evidente anche dai referti medici divulgati subito dopo l’arresto avvenuto l’8 gennaio scorso in seguito all’intervista con Sean Penn: il messicano presentava cicatrici sulla schiena, sull’anca, agli organi riproduttivi, tutti segni riconducibili all’operazione da cui El Chapo era da poco reduce quando concesse di incontrare l’attore.

PENN: ‘HO FALLITO’ – Intanto quest’ultimo pare abbia fatto il mea culpa. Tornato nei panni del divo, Sean Penn ha rilasciato un’intervista per chiarire che l’incontro con El Chapo non voleva ledere la reputazione della Dea e dei servizi segreti locali sulle tracce del narcotrafficante, ma solo accendere i riflettori sul mercato della droga. Argomento su cui – è convinto Penn – non si sa abbastanza. Tuttavia, il pezzo pubblicato da Rolling Stone ha piuttosto acceso i riflettori su El Chapo personaggio, dunque – chiosa Penn -, l’articolo ‘ha fallito’.

Quel che è certo è che Sean Penn e l’attrice Kate Del Castillo, la donna che ha fatto da contatto tra i due, nonché tutti coloro che hanno preso parte all’intervista sono attualmente indagati per favoreggiamento alla latitanza di un criminale ricercato.

Chantal Cresta

Foto || quotidiano.net

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews