Einaudi contro il Movimento 5 Stelle: “Uso illegittimo del mio brano”

Il filmato "Fuori dall'Euro", prodotto recentemente dal Movimento 5 Stelle, utilizza un noto lavoro di Ludovico Einaudi, senza aver chiesto l'autorizzazione

einaudiSe l’intento era quello di farlo diventare virale, l’obiettivo è stato centrato. Il video promozionale, pubblicato negli ultimi giorni dal Movimento 5 Stelle per pubblicizzare il referendum “Fuori dall’Euro” è sulla bocca di tutti. Il problema, almeno per gli ideatori, è che dopo una settimana di sfottò da parte della rete, ora arriva anche l’invito del compositore Luigi Einaudi a rimuovere dal video il suo brano “Divenire”.

L’IRA DI EINAUDI – Nella tarda mattinata di oggi, difatti, la pagina ufficiale del noto compositore ha pubblicato un comunicato, firmato dallo staff di Einaudi, attraverso il quale viene reso noto che il compositore «non ha mai autorizzato né intende autorizzare l’uso di musiche all’interno di spot o filmati di qualsiasi natura politica o propagandistica». Pertanto, “Divenire” è stata inserita all’interno del filmato «in modo illegittimo senza interpellare né l’artista né i detentori dei diritti. Per questo motivo – conclude la nota – è stata chiesta la rimozione del brano dal filmato».
einaudiPROPAGANDA E DIRITTI – Pertanto, il punto non è solamente relativo ad una questione di propaganda politica, ma coinvolge anche la questione relativa ai diritti d’autore, su cui le piattaforme video della rete si sono da tempo adeguate. Ad esempio, Youtube  ha ampliato la protezione del copyright, sancendo che se una musica è utilizzata in un video, l’azienda riconoscerà un corrispettivo ai musicisti che ne detengono i diritti. In questo caso, secondo quanto riportato da “L’Espresso”, il video promozionale è stato inizialmente caricato su “La Cosa”, portale di proprietà della Casaleggio Associati, che , a quanto pare, si è “dimenticata” sia di chiedere il permesso all’autore che di pagargli i relativi diritti.

VIDEO RIMOSSO – Le proteste di Einaudi hanno avuto effetto immediato, considerato che il video è stato rimosso da tutti i canali del movimento. Ciò che invece è rimasto, amplificandosi, è la mole enorme di “ironia” che la rete sta riservando ai 5 Stelle. Dopo la Taverna sottotitolata, il cambio “fantasioso” e il montaggio amatoriale, ora anche l’uso improprio delle musiche altrui, oltre all’abuso sconsiderato del “bene o male, purché se ne parli”.


Carlo Perigli
@c_perigli

 

foto: vice.com facebook.com/ludovicoeinaudi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews