Egitto violato: video porno di una coppia russa tra Piramidi e Sfinge

Rabbia in Egitto per la necropoli di Giza violata: una coppia russa gira un video porno amatoriale tra Piramidi e Sfinge e lo mette in vendita sul web

video-porno-egitto-coppia-russa-piramidi-sfinge

Un frame del video porno girato dalla coppia russa nella necropoli di Giza

Rischia di diventare un caso diplomatico lo slancio di passione esibizionistico di due turisti russi in visita alla storica necropoli di Giza: tra Piramidi e Sfinge, infatti, una coppia russa ha deciso di lasciarsi andare a ben pianificate escandescenze e girare un video porno amatoriale della propria vacanza. Il filmato è online da diversi mesi, ma è stato scoperto solo nelle ultime ore dal ministro delle Antichità Mamdouh al-Demati, che è stato costretto a intervenire immediatamente. Il ministro ha chiesto ed ottenuto la rimozione del filmato da almeno 3 siti di condivisione di video hard, ma il video completo è ancora disponibile su una nota piattaforma di acquisto video a luci rosse.

SCANDALO A GIZA: NUDI E OFFESE - La coppia russa autrice del video porno amatoriale ha girato un vero e proprio reportage vietato ai minori di 18 anni della propria vacanza in Egitto. A far infuriare il ministro delle Antichità egiziano, sono state alcune scene di nudo filmate all’interno del sito archeologico di Giza. Tra una foto alle Piramidi ed uno scatto alla sfinge, l’avvenente turista russa si è mostrata più volte in topless o seminuda, sfidando anche la presenza di altre persone. Come se non bastasse, la ragazza nel corso del video prende ripetutamente in giro usi e costumi del popolo egiziano, deridendo i mercanti del posto per la loro abitudine di trattare sul prezzo e trattandoli da squattrinati.

La coppia di turisti russi ha poi pubblicato il video porno su una nota piattaforma di condivisione e vendita di video amatoriali, sulla quale sono tuttora visibili diverse anteprime delle loro piccanti evoluzioni. I due facevano parte di una comitiva organizzata che era in visita alla necropoli di Giza e hanno prodotto complessivamente circa 6 ore di video porno della propria vacanza in Egitto. Dalle Piramidi alla spiaggia dell’hotel, dalla Sfinge ad alcune strade periferiche di terra battuta. Esibizionismo a tutto spiano, con l’aggravante di aver messo in vendita il risultato delle proprie trasgressioni.

video-porno-coppia-russa-sfinge-piramidi-giza

La didascalia vale più di mille parole (egyptindependent.com)

LE PROTESTE DEL MINISTRO DELL’ANTICHITÀ - Mamdouh al-Demati ha riferito che il filmato è stato girato illegalmente e che sulla questione proseguono le indagini. Mentre il suo numero due, segretario generale del Consiglio supremo delle antichità Mustafa Amin, ha sottolineato come non sia stata data alcuna autorizzazione a filmare le scene (ci saremmo stupiti del contrario, ndr) e ha ricordato che i siti archeologici storici come la necropoli di Giza sono inviolabili. «Non è mai stata data un’autorizzazione – ha spiegato – perché per autorizzare una registrazione video vi sono due condizioni: che il luogo non venga danneggiato e che le scene non siano contrarie alle tradizioni egiziane». «Sulla prima parte, almeno da quanto visibile gratuitamente nelle anteprime del video porno presente sul web, sembra quantomeno essere tutto ok. Mentre sulla contrarietà alle tradizioni egiziane ci sarebbe molto da ridire, forse più per le offese alla popolazione che per le scene girate tra Piramidi e Sfinge.

ACCUSE (SENZA AVER VISTO IL VIDEO PORNO) - Osama Karar, coordinatore del Fronte Popolare per la Difesa delle Antichità in Egitto, ha concluso con un rimbrotto per i responsabili dell’area: «Il video porno è stato girato di giorno e alla luce del sole. I responsabili della zona non potevano non esserne a conoscenza». In realtà ai responsabili dell’area c’è ben poco da imputare, perché le scene di nudo della coppia russa nella necropoli di Giza sono a dir poco fugaci. Non va bene parlare ed accusare senza aver neanche visto: a Karar consigliamo la visione integrale del filmato. Sicuramente troverà cose peggiori per cui arrabbiarsi.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews