Effetto Giubileo: ‘più 64 tonnellate di rifiuti al giorno’

Censis: col Giubileo Roma sarà sommersa da 64 tonnellate di spazzatura in più al giorno. Occorrono più impianti di trasformazione dei rifiuti

I rifiuti sommergeranno Roma: previste 64 tonnellate di spazzatura in più al giorno (diariodelweb.it)

I rifiuti sommergeranno Roma: previste 64 tonnellate di spazzatura in più al giorno (diariodelweb.it)

Una media di 64 tonnellate di rifiuti in più al giorno. È questo uno dei gravosi impatti che il Giubileo avrà su Roma. I flussi di pellegrini, turisti e visitatori attesi nella Capitale il prossimo giungeranno a toccare –secondo le stime del Censis –  la soglia dei 33 milioni di persone.  L’incremento delle presenze corrisponderà a un volume aggiuntivo di rifiuti urbani quantificabile complessivamente in 23.000 tonnellate.

PIÚ TURISTI, PIÚ RIFIUTI – Il diario “Roma verso il Giubileo”, firmato Censis, ha l’obiettivo di cogliere e descrivere i principali temi nell’agenda cittadina in vista dell’Anno Santo attraverso una serie di note di approfondimento diffuse nel corso del 2015.  Il suo sesto numero è stato appunto dedicato al rapporto tra intensità turistica e volume di rifiuti urbani prodotti. Dai dati riportati si evince come la produzione di immondizia sia correlata, più che alle utenze domestiche, alla forza di attrazione della città su turisti e pendolari. Due città ad alta intensità turistica come Venezia e Firenze, infatti, pur avendo dimensioni territoriali e tasso di popolazione inferiori rispetto a Roma, registrano livelli di rifiuti superiori ad essa. In conclusione, è comprensibilmente prevedibile come lo sciame di visitatori previsti per il Giubileo, non potrà che arrecare una notevole alterazione dell’equilibrio ambientale sulla città di Roma.

PROGRAMMA RISOLUTIVO – Da Ama fanno sapere che «si sta discutendo per intensificare la raccolta i giorni degli eventi». Il piano di rilancio recentemente annunciato prevede 300 operatori ecologici in più, il sistema di tracciamento degli automezzi, il rinnovo del parco dei cassonetti e la dislocazione entro fine anno di 10.000 nuovi cestini gettacarte. E il presidente Daniele Fortini, in previsione di un incontro con il commissario Tronca, martedì ha dichiarato: «I rifiuti devono essere rimossi anche la domenica». Finora la raccolta differenziata viene effettuata solo in alcune zone con il modello «porta a porta», mentre nel resto della città si effettua tramite i cassonetti stradali. Ma il vero limite resta la mancanza di impianti industriali necessari a valorizzare i rifiuti differenziati e a trasformali in risorsa. Oggi gran parte del materiale viene recuperato fuori regione.

Antonietta Mente

@AntoMente

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews