Eclipse, la scelta di Bella

Per Bella è il momento della scelta: diventare un vampiro e rinunciare a tutto ciò che il suo essere umano la lega al mondo? Compreso il suo legame con Jacob…?

di Manuela Fraioli

New Moon (film) si concludeva con la promessa di Edward (Robert Pattinson) di trasformare Bella (Kristen Stewart) in vampiro solo a condizione di sposarlo. In Eclipse Bella inizia a prendere in considerazione seriamente le conseguenze che la sua irreversibile scelta la porterà ad affrontare: l’allontanamento dai genitori, la separazione dagli amici, la perdita, quasi ineluttabile, di Jacob (Taylor Lautner).

Il triangolo amoroso emerge con forza nel terzo capitolo della saga (più visceralmente nel libro che nel film) e mette a dura prova i sentimenti di Bella, divisa tra l’amore per il vampiro e il licantropo, e lo stesso temperamento di Edward che, a differenza dei precedenti capitoli, morso dalla gelosia perde in più di qualche occasione il suo freddo autocontrollo.

Si possono amare due persone contemporaneamente? Bella lo capisce solo nel momento in cui può rischiare di perderle. Capisce che l’amore per Jacob non è lo stesso di quello che prova per Edward ma che è, a modo suo, altrettanto intenso. La scelta di uno per l’altro, la porterà inevitabilmente a un punto di non ritorno.

Sullo sfondo una serie di omicidi a Seattle ad opera di Neonati vampiri privi di controllo, che si dirigeranno a Forks guidati da Riley (Xavier Samuel), sotto il controllo della spietata Victoria ( Bryce Dallas Howard), in cerca della sua personale vendetta contro Edward e Bella.

A dirigere questo terzo capitolo è David Slade che rimane fedele ai precedenti lungometraggi, riuscendo a creare una continuazione di narrazione e a sfruttare al meglio la regia nelle scene più attese di caccia e battaglia. Ottima la scelta della scena iniziale con la trasformazione di Riley, che incide subito sullo spettatore e lo prepara a un capitolo di azione e forza fisica. A differenza di Twilight, l’ambientazione è meno gotica, la foresta di Forks non è più avvolta da un freddo e penetrante grigiore (che la rendeva unica e peculiare), ma viene illuminata da (troppi) raggi di sole e prati fioriti.

Kristen Stewart, Robert Pattinson e Taylor Lautner interpretano al meglio la parte dei personaggi che ormai conoscono a mena dito, senza regalarci nessuna sorpresa; Bryce Dallas Howard fa rimpiangere la sua predecessora interpretando una Victoria pallida, smunta, per nulla letale come era invece quella interpretata da Rachelle Lafevre.

La sceneggiatrice Melissa Rosenberg riesce a cucire al meglio la densa trama di Eclipse senza tralasciare nessun passaggio fondamentale della storia e a regalarci, grazie anche all’aiuto della regia, momenti comici ed esilaranti. Il risultato, però, è un accavallamento di eventi, fatti e ricordi che rende l’intera narrazione veloce, col rischio di non coinvolgere totalmente lo spettatore. Ma questo è un difetto comune a tutte le trasposizioni di questo genere di romanzi (Harry Potter ne è un esempio).

Imperdibile la colonna sonora che oltre ai Muse ( non loro la migliore canzone del film), ci regala le interessanti interpretazioni di Florence&The Machine, Beck and Bat For Lashes, Unkle, Metric.

Foto via: http://www.twilight-blog.eaglepictures.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews