Dream Theater: il grande ritorno di una band che ha riscritto la storia della musica

dream theater“A volte ritornano”, si dice, ma se a farlo è un gruppo leggendario come i Dream Theater non resta che prepararsi al primo omonimo e attesissimo album che uscirà il 24 settembre e sembra segnare una tappa importante della carriera trentennale di una band che vanta anche una nomination al Grammy Awards con il singolo del 2011 On the Backs of Angels nella categoria Best Hard Rock/Metal Performance.

Dieci milioni di album e dvd venduti nel mondo, insigniti come padri di un genere del tutto innovativo che ha cambiato le regole del rock e della musica di tutti i tempi con il progressive metal che ha rivoluzionato l’ universo musicale. Nel 1992 l’album Images & Words (che racchiude il singolo Pull me Under) ha segnato gli anni Novanta, vendendo due milioni di copie nel mondo e ha consacrando definitivamente i Dream Theater. La rivista  «Rolling Stone» li definì The Best Prog Rock Band of All Time.

La band, ormai pilastro del rock e del metal, nel 2011 con l’album A Dramatic Turn Of Events, entra di diritto nella Top 10 in 14 paesi (compresa la Billboard 200) e vede consacrato il suo lavoro (dal mensile giapponese «Burnn!») come Best Album dell’anno per complessità e potere melodico.

Con Dream Theater, registrato ai Cove City Sound Studios a Glen Cove, New York, con il chitarrista John Petrucci alla produzione e il luminare Richard Chycki (Aerosmith, Rush) al mixaggio, la band vuole scrivere un nuovo capitolo della sua storia, grazie anche alla collaborazione nella scrittura e registrazione con il batterista Mike Mangini, che sembra far parte di questo progetto creativo già dall’ideazione. L’album sarà disponibile in varie versioni: standard e special edition, doppio vinile e un box set Limited Edition. Pre-order disponibili a partire da luglio sullo store della Roadrunner Records.

Entusiasta e pieno di fiducia il chitarrista John Petrucci: «Ogni nuovo album è per me un’opportunità per ricominciare da capo. Sia per costruire che per migliorare un percorso che si è evoluto nel tempo o che parte da zero. Questo è il primo album omonimo nella nostra carriera e non c’è niente che sia una dichiarazione alla musica e all’identità creativa più di questo. Abbiamo esplorato totalmente tutti gli elementi che ci rendono unici. Siamo incredibilmente entusiasti di Dream Theater e non vediamo l’ora che tutti lo ascoltino». Il tour dei Dream Theater inizierà molto presto. Maggiori dettagli saranno annunciati a breve, ma per i più curiosi o impazienti, le info su date e luoghi,  si possono reperire  sul sito: www.dreamtheater.net/tourdates.

Mariateresa Scionti

@marysha87

Foto homepage: thebaladeur.blogspot.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews