Doriano Romboni è morto: dramma al Sic Supermoto Day 2013

Doriano Romboni è morto: tragedia al Sic Supermoto Day 2013, in onore di marco Simoncelli e dell'omonima fondazione

Doriano_Romboni_1996_Japanese_GP

Doriano Romboni (it.wikipedia.org)

Incredibile tragedia a Latina, nel Sic Supermoto Day 2013: la giornata di ricordo di Marco Simoncelli, e di raccolta economica per la fondazione a lui intitolata, si è trasformata in dramma: Doriano Romboni, ex pilota professionista di motomondiale (classi 125, 250 e 500) e superbike, è morto in seguito ad una caduta avvenuta oggi sulla pista “il Sagittario”.

A dare l’annuncio della terribile notizia è stato il commentatore sportivo Giovanni Di Pillo sul suo account Twitter, con poche disperate parole: «Doriano non ce l’ha fatta». Romboni era caduto in pista durante il primo pomeriggio: rimasto attaccato alla moto, ha tagliato trasversalmente il circuito ed è stato travolto da un’altra motocicletta in arrivo ad alta velocità, quella guidata da Gianluca Vizziello, che non ha potuto fare nulla per evitare l’impatto.

I primi ad accorrere sul posto, al momento della caduta, sono stati i piloti stessi. L’ex campione del mondo Max Biaggi ed il commentatore tv Guido Meda sono stati tra i primi a fermarsi accanto al corpo del pilota ligure, che era sdraiato sull’asfalto privo di sensi. I soccorsi sono stati tempestivi: i medici hanno praticato diversi minuti di massaggio cardiaco al pilota, prima di intubarlo e trasportarlo in elicottero all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Le prime notizie sulle condizioni di Doriano Romboni parlavano di cuore e respirazione autonoma, ma il pilota era ancora intubato. Successivamente sarebbe stato portato in sala operatoria per rimuovere un grosso ematoma alla testa. E lì il suo cuore si è fermato.

Doriano Romboni a terra dopo la caduta (derapate.it)

Doriano Romboni a terra dopo la caduta (derapate.it)

Stando alla ricostruzione dell’incidente di derapate.it, Romboni è stato protagonista di un highside: assieme alla moto ha attraversato la via di fuga ed è rientrato in una altro punto del tracciato, mentre arrivavano diversi piloti. Gianluca Viziello non è riuscito ad evitarlo e lo ha colpito nella zona della testa.  «Mi sono fermato immediatamente quando l’ho visto a terra – la dichiarazione di Max Biaggi apparsa alle 15.05 su GpOne – ma lui non si muoveva, non respirava [...] Doriano, attaccato alla moto, ha tagliato la pista e quelli che sopraggiungevano se lo sono ritrovato davanti, all’improvviso».

A Latina era in scena il primo di due giorni dedicati al Sic Supermoto Day, un weekend a due ruote per ricordare Marco Simoncelli, scomparso poco più di due anni fa in un tragico incidente a Sepang. Inizialmente lo stesso Max Biaggi si era fatto portavoce di tutti i piloti intervenuti, annunciando di voler scendere in pista domani per continuare a supportare la Fondazione Simoncelli, nel pieno rispetto del destino di Doriano Romboni. Che però, ora, non ce l’ha fatta. E difficilmente domani a Latina sarà una giornata di festa. Paolo Simoncelli, padre di Marco e consigliere tecnico della fondazione, non era oggi presente al circuito. Sarebbe dovuto arrivare domenica mattina: lo farà con una nuova morte nel cuore.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews