Donare un toner in cambio di un libro, il riciclo della cultura

A Muscoline, in provincia di Brescia, nasce un'interessante iniziativa ecologica, per ricavare fondi destinati alla cultura.

La biblioteca di Muscoline, la cittadina in provincia di Brescia

La biblioteca di Muscoline, la cittadina in provincia di Brescia

Muscoline (BS) – In una realtà come quella attuale, in cui si parla molto di ecologia, si cerca di sensibilizzare al riciclo e al rispetto per l’ambiente. Per farlo bisogna cominciare a creare idee e progetti che servano a coinvolgere i cittadini, grandi e piccoli, ad aiutare non solo la natura e l’ambiente, ma a volte anche la nostra cultura.

UN TONER PER UN LIBRO-  Come diceva il maestro Claudio Abbado, scomparso di recente, «La cultura permette di distinguere tra bene e male, di giudicare chi ci governa. La cultura salva». È vero e anche noi, nel nostro piccolo, possiamo salvare la cultura.

Ed è proprio in Italia, a Muscoline, paesino in provincia di Brescia, che la biblioteca comunale ha avviato un progetto interessante: riciclare i toner usati per le stampanti. I prodotti raccolti saranno mandati in un’apposita fabbrica che, in cambio, donerà fondi per comprare nuovi libri per la biblioteca. All’interno della struttura è stato messo un contenitore, dove i cittadini potranno portare i loro toner usati: più ne porteranno e più libri potranno arrivare alla biblioteca.

Questo progetto non solo aiuterà l’ambiente, riciclando, ma permetterà ai visitatori della biblioteca di usufruire di molti più testi di quelli già presenti. In più, grazie all’aiuto dell’associazione aeronautica di Gavardo, la biblioteca ha cominciato una raccolta di tappi di plastica. Una volta raggiunto un numero cospicuo, l’introito sarà usato per comprare carrozzelle per disabili.

INIZIATIVE A COSTO ZERO- Il bello di questi progetti è che non prevedono una spesa economica, ed è proprio per questo che il piccolo comune di Muscoline ha accettato e appoggiato di buon grado queste idee, visto che in un momento di crisi come quello attuale è difficile investire soldi in molti progetti.

Se ci è riuscito un paese di 2.600 abitanti a mettere in pratica progetti utili alla società, le grandi città potrebbero fare grandi cose anche senza spendere cifre esorbitanti.

UN ESEMPIO DA SEGUIRE- Essendo creativi, ingegnosi e con un po’ di buona volontà, si può riuscire a sensibilizzare sulla buona pratica del riciclo anche senza spese sproporzionate, attraverso la cooperazione tra i cittadini. Utilizzando le risorse disponibili e le capacità di ognuno, si potrebbero mettere insieme idee efficaci, seguendo l’esempio di Muscoline e di altre piccole realtà che, nonostante la crisi economica, si industriano per regalare dei servizi produttivi ai loro cittadini e per aiutare la cultura e l’ambiente.

 

Ilaria Scognamiglio

@Fairydodo

Foto: www.ecodellevalli.tv; www.tuttogreen.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews