Don Jon – Joseph Gordon-Levitt maniaco di donne, palestra… e porno

Il poster italiano del film

Il poster italiano del film

C’era una volta un burbero ragazzo italo-americano con la mania del fisico innamorato di una bella e formosa ragazza dai capelli biondi. Comincia così la favola romantica raccontata dal praticamente esordiente Joseph-Gordon Levitt nel suo Don Jon, il primo lungometraggio da lui scritto e diretto, in uscita oggi nelle sale italiane.

IL TALENTO NEL SANGUE – Buona parte di noi conosce il giovane Gordon-Levitt come attore: piccolo ma già pieno di talento nella serie TV Una famiglia del terzo tipo, accompagna un altrettanto giovane Heath Ledger in 10 cose che odio di te, per poi recitare in film come Mysterious Skin e Miracolo a Sant’Anna. La consacrazione presso il pubblico arriva però nel 2009 con il drama-comedy (500) Giorni Insieme diretto da Marc Webb, consacrazione che gli permetterà, negli anni successivi, di collaborare con registi del calibro di Steven Spielberg (Lincoln) e Christopher Nolan (Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno). Ma Joseph Gordon-Levitt, da grande cinefilo e aspirante regista, ha sempre sostenuto anche il cinema indipendente (fondando, per altro, una sua casa di produzione on-line, la hitRECord.org), prestando il suo volto in film tutt’altro che mainstream, come 50 e 50 di Jonathan Levine ed Hesher è stato qui di Spencer Husser.

DONNE, PALESTRA… E VIDEO PORNO – Eccolo qui allora, il giovane e tenero bambino prodigio divenuto ormai adulto, pronto, finalmente, a realizzare il sogno di una vita: girare il suo primo lungometraggio, dopo una serie di corti realizzati proprio grazie a hitRECord.org e dopo una gestazione produttiva durata ben quattro anni. Don Jon racconta di Jon Martello (Joseph Gordon-Levitt), bulletto italo-americano malato per la forma fisica, chiamato dagli amici “Don Jon” (Don Giovanni) per la sua particolare abilità nel “rimorchiare” ogni fine settimana una donna diversa. Una sera, però, l’instancabile tombeur de femmes incontra la bella Barbara Sugarman (Scarlett Johansson), una brillante ragazza un po’ vecchio stampo ma estremamente sensuale. Barbara è cresciuta sognando le storie d’amore “alla Titanic”, ed è risoluta a trovare un giorno il suo Principe Azzurro per fuggire insieme a lui verso il tramonto su di un possente cavallo bianco. E il Principe Azzurro sembra essere proprio il bel Jon… se non fosse che il giovane ha un vizio di non poco conto: una morbosa fissazione per i porno.

Scarlett Johansson (Barbara) e Joseph Gordon-Levitt (Jon) in una scena del film

Scarlett Johansson (Barbara) e Joseph Gordon-Levitt (Jon) in una scena del film

NON CHIAMATELO FILM SUL PORNO – Sebbene il porno sia praticamente il filo conduttore di tutta la trama, Don Jon non è affatto un film sulla pornografia. È uno studio sensibile di personaggi tipizzati dalle varie sfaccettature, trattati con una regia esperta e mai troppo eccessiva, a tratti sperimentale ma mai troppo intraprendente. È una commedia ben fatta sviluppata con gusto e misura, con piccoli tocchi di personale creatività di ben nota ispirazione (come la ripetitività ossessivo-compulsiva delle azioni del protagonista ben rappresentata dalla reiterazione di inquadrature e movimenti di macchina spesso identiche in sequenze narrative diverse). Don Jon è un film che dimostra, sebbene a tratti con incostanza, la grande capacità di Gordon-Levitt di raccontare in maniera leggera e senza moralismi di sorta una storia che parte da premesse ben note per trasformarsi in un racconto dalla comicità intelligente e denotato da non poca sensibilità nella trattazione dei personaggi e delle loro psicologie. Qualche cosa da limare c’è, certo, ma viste le premesse non si può che sperare nel giovane Joseph che, come ha avuto modo di dire il New York Times, è di sicuro «una delle migliori giovani star nel firmamento del cinema indipendente».

(Foto: movieplayer.it; screenweek.it)

David Di Benedetti

@davidibenedetti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews