Divergent, il coraggio di essere se stessi

Da oggi nelle sale italiane l'adattamento cinematografico del primo capitolo della saga di successo ideata da Veronica Roth con Shailene Woodley, Theo James e Kate Winslet

Dopo aver sbancato i botteghini americani con quasi 56 milioni di dollari d’incasso totale, arriva oggi nelle nostre sale Divergent, l’attesissimo adattamento cinematografico del primo capitolo della saga young adult (tradotto, “per giovani adulti”) ideata da Veronica Roth ed edita in Italia da DeAgostini.

STORIA DI UN SUCCESSO LETTERARIO – L’idea per Divergent è nata nella mente della Roth nel lontano 2006 durante i suoi studi alla Northwestern University, idea che si è poi concretizzata in un libro, pubblicato per la prima volta nel maggio 2011 con HarperCollins, che ha subito conquistato la vetta della classifica dei best seller del New York Time. Il libro è stato candidato al premio “Best Book of The Year” e votato dai lettori di Goodreads come “Favorite Book of the Year”. Dopo Divergent, la Roth ha pubblicato Insurgent, che come il precedente ha scalato ben presto le vette delle classifiche editoriali fino a conquistare di nuovo il primo posto dei best sellers del Times, mentre l’ultima opera della trilogia, Allegiant, ha raggiunto il primo posto su Target, la prima posizione in Australia, la quarta nel Regno Unito e la prima tra gli indipendenti per ragazzi negli Stati Uniti solo nella prima settimana di vendite. Le prenotazioni di Allegiant hanno addirittura superato quelle di qualunque altra pubblicazione di HarperCollins per adulti o ragazzi nell’intera storia della casa editrice.

THEO JAMES and SHAILENE WOODLEY star in DIVERGENT

LA STORIADivergent è ambientato in un futuro non troppo lontano, in una Chicago post apocalittica dove, a seguito di una devastante guerra, la popolazione è stata rigidamente divisa in cinque fazioni, ciascuna caratterizzata da un valore diverso che rispecchia la personalità dei suoi membri: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l’amicizia per i Pacifici, l’altruismo per gli Abneganti e l’onestà per i Candidi. Ma non tutti si rispecchiano in una sola categoria: la giovane Tris (Shailene Woodley), infatti, appartiene alla fazione degli Abneganti ma decide, il giorno della sua iniziazione (che permette ai giovani delle fazioni di scegliere di restare nella fazione di nascita o sceglierne un’altra), di scegliere di far parte degli Intrepidi. La giovane nasconde però, a sua insaputa, un segreto molto pericoloso: è infatti una Divergente, ovvero possiede caratteristiche appartenenti a fazioni diverse e per questo deve nascondere a tutti la sua complicata natura. Una volta tra gli Intrepidi, Tris troverà non poche difficoltà nell’adattarsi tra i burberi e violenti componenti della fazione, ma sarà aiutata da uno dei loro capi, il misterioso Four (Theo James), col quale si ritroverà improvvisamente a dover combattere una guerra contro chi, almeno apparentemente, tenta di mantenere l’ordine.

IL CORAGGIO DI ESSERE SE STESSI – I più attenti non avranno potuto far a meno di pensare, leggendo la trama, a un’altra famosa saga per ragazzi, quella (ancora cinematograficamente non conclusa) degli Hunger Games. Divergent in effetti ricorda in qualche modo le vicissitudini della giovane Katniss (interpretata dal premio Oscar Jennifer Lawrence), nata dalla penna di Suzanne Collins e divenuta un vero e proprio fenomeno di costume per il giovane pubblico. In entrambe le opere una giovane ragazza, armata del suo solo coraggio, si ritrova a sfidare un intero sistema, facendo lentamente nascere una rivolta e riaccendendo la speranza sopita nella popolazione sottomessa a un rigido sistema di controllo (le Fazioni in Divergent, i Distretti in Hunger Games). Il messaggio e il contenuto dell’opera della Roth non sono quindi innovativi, ma le modalità narrative della pellicola dosano con la dovuta attenzione sia l’azione che l’introspezione e le dinamiche relazionali tra i personaggi, lasciando anche ampi spazi alla riflessione (molto interessante da un punto di vista etico e, se vogliamo, filosofico, è ad esempio è la visione dell’ordine sociale del capo degli Eruditi, Janine Matthews, interpretata dal premio Oscar Kate Winslet).

LA COLONNA SONORA – Una menzione speciale merita la colonna sonora, uscita il 1 aprile su etichetta Interscope/Universal Records, che contiene, tra gli altri, Beating Heart, il nuovo brano di uno dei volti più famosi del pop britannico, Ellie Goulding. La tracklist porta anche le firme di alcuni artisti ben conosciuti tra i giovani alternativi come Zedd, DJ e produttore che ha collaborato anche all’ultimo album di Lady GaGa, ARTPOP, con la sua Find You, gli Snow Patrol con I Won’t Let Go, Woodkid con Run Boy Run e I Love You, gli M83 con I Need You e Skrillex con Stranger.

Al di là dei più o meno evidenti obiettivi di marketing, Divergent ha il merito di portare di nuovo sul grande schermo, anche se non con particolare originalità di contenuto, una serie di personaggi con cui il giovane pubblico può identificarsi: giovani ragazzi del tutto comuni che si ritrovano a fare i conti con una società basata sulla repressione, repressione che può essere annientata solo conoscendo se stessi, le proprie paure e i propri limiti. Una lezione, questa, che è sempre bene che le nuove generazioni tengano a mente.

David Di Benedetti

@davidibenedetti

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews