Il Cdm dei tagli, bonus e Irpef. L’#oraics di Renzi

#ORAICS IN DIRETTA DA PALAZZO CHIGI LA CONFERENZA STAMPA DI MATTEO RENZI


I DIECI TWEET DEL GOVERNO PER SPIEGARE IL DECRETO IRPEF

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Terminato il Consiglio dei Ministri, durato circa 2 ore e iniziato con 30 minuti di ritardo. L’#oraics di Matteo Renzi era fissata per le 16.30, ma a breve dovrebbe scattare. Nella conferenza stampa a Palazzo Chigi in diretta il presidente del Consiglio spiegherà gli sgravi Irpef e da dove il governo intendere prendere gli 80 euro promessi a oltre 6milioni e mezzo di italiani. All’odine del giorno, come detto, lo spinoso tema dei tagli ai bilanci ministeriali anche se, durante l’intervista alla Stampa di Mario Calabresi, e ripreso con i Google Glass, ha confermato che non ci saranno tagli al ministero della Salute.

 

 

E sulla possibilità di alzare le tasse per il bonus da 80 euro ha dichiarato: “Ci sono più bufale sui giornali su questa roba che nell’intera campagna della Campania”. Poi ha spiegato: “Prima dicevano che non avrei mai avuto il coraggio di tagliare Irpef e Irap, poi che lo avremmo fatto con la televendita ma senza il Def, poi è arrivato il Def ci han detto che mancava il decreto, poi è arrivato il decreto e ci ha detto che mancavano le coperture, poi sono arrivate le coperture e se ne sono inventate. La sintesi è che questi denari non vengono con l’aumento delle tasse per chi guadagna di più”.

  #oraics Renzi Irpef

LE MISURE - Secondo l’ultima bozza circolata, lo sgravio prenderà la forma di un bonus in busta paga per circa 15 milioni di persone, e metà di questE dovrebbe anche ricevere gli 80 euro al mese in busta paga. Dovrebbero beneficiare soprattutto quelle persone il cui reddito oscilla tra i 18 e i 25mila euro, a conferma che si tratta di una mossa pensata per aiutare il “ceto medio”.

 

TAGLI ALLA SALUTE? I tagli andranno a spremere dicasteri e tecnici. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, aveva annunciato “battaglia” contro gli interventi voluti da Matteo Renzi che però ha assicurato nessun taglio alla Salute. “Se ci sono tagli sugli acquisti a me vanno bene, – ha dichiarato la ministra -. Nella sanità ci sono ancora tanti sprechi, nelle lavanderie degli ospedali, nelle mense nella gestione dei rifiuti. Ma non si può andare a toccare i servizi primari alle persone”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews