Digitalizzazione delle scuole: al via il PNSD

Una scuola digitale è una scuola più fruibile per tutti: al via il Piano Nazionale Scuola Digitale del ministro dell’Istruzione Giannini

scuola-digitale-digitalizzazione-scuole

Il nuovo Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), è stato lanciato in questi giorni dal Ministro dell’Istruzione Giannini. Il provvedimento intende comunicare che il processo di digitalizzazione deve diventare una priorità in ambiti deputati all’apprendimento e alla formazione del personale, così come in uffici pubblici nei quali si ha un rapporto con l’utenza, nonché in contesti di tipo amministrativo.

L’ostacolo maggiore che si frappone alla digitalizzazione è quello infrastrutturale: l’assenza della banda larga, infatti, è una triste realtà cui devono far fronte la stragrande maggioranza dei comuni italiani. Particolare importanza attribuisce il Ministro Giannini alla digitalizzazione negli istituti scolastici. L’obiettivo finale è quello che ogni cittadino abbia la propria identità digitale unica  e, dunque, è fondamentale che possa avere accesso a informazioni fondamentali quali quelle relative alle scuole. Gli istituti scolastici, dunque, devono adeguarsi il prima possibile alle normative che riguardano la dematerializzazione.

Le scuole e gli altri enti pubblici, devono innanzitutto essere messi nelle condizioni di poter compiere questo passo e, a tal fine, il Piano Nazionale Banda Ultra Larga dovrebbe essere l’elemento risolutore. Il MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, ha affermato in occasione del lancio del PSND di dare massima priorità all’implementazione della banda ultra larga nelle scuole; la speranza è che vengano mantenuta tale intenzione e che venga portato a termine il compito nel più breve tempo possibile.

Burocrazia-archivio-scuola

Mancano tuttavia dei dati ufficiali aggiornati sullo stato di digitalizzazione della scuola. Gli ultimi erano stati diramati dal MIUR nel dicembre 2013. Come lamenta giustamente il portale Forumpa.it, senza sapere qual è il quadro attuale della situazione difficilmente si potrà mettere in atto una strategia mirata e vincente. La speranza è che questo venga fatto il prima possibile.

Per quanto riguarda infine la situazione a livello amministrativo il MIUR afferma che “secondo un recente studio vi è un livello di saturazione degli archivi cartacei delle scuole all’80% e il 68% non possiede un sistema informatico di gestione documentale”. Il MIUR conclude stabilendo che l’80% degli istituti scolastici non è in possesso del sistema per la conservazione sostitutiva a norma di legge.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews