Diffondere la profezia dei Maya? In Cina è reato

Fine del mondo? In Cina diffondere il panico è severamente vietato. Ecco perché ammonta a più di 500 il numero delle persone arrestate, perché accusate di far parte di una setta religiosa catastrofista. Gli esponenti di questa setta, sarebbero stati fermati in diverse province del Paese. Delle 500 persone arrestate, ben 400 sono della provincia di Quinghai, mentre le altre nel resto della Cina.

L’accusa è di aver diffuso volantini, sms, messaggi sul web e manifesti in cui si annuncia per il 21 dicembre la fine del mondo, supportata dalla cosiddetta profezia dei Maya. Nulla di nuovo insomma, ma in Cina questo non è consentito. È un messaggio forte quello delle autorità cinesi, che non voglio permettere che si dilaghi il panico nel Paese.

La setta coinvolta nell’operazione repressiva è nota con il nome “Chiesa di Dio Onnipotente”. È nata circa 20 anni fa e crede che esista un secondo Messia donna, che sarebbe nato proprio in Cina. Solo di recente avrebbe reso noto di sostenere anche l’ipotesi dell’imminente apocalisse del 21 dicembre, prevista dai Maya.

Oltre agli arresti, la polizia cinese ha anche sequestrato materiale considerato propagandistico, come libri e dvd. L’accusa principale nei confronti delle 500 persone arrestate, riguardano l’aver diffuso voci destabilizzanti e l’aver praticato violenza per convincere fedeli a prendere parte al movimento, spesso tra locali comunità cristiane. Le autorità cinesi si sono dette particolarmente preoccupate dai forti aspetti politici si questa setta; gli adepti infatti sarebbero stati invitati a colpire un «Grande drago rosso» che viene identificato dai più, con il Partito comunista.

Fonte: Tgcom24

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews