Dieta e patate: pro e contro

Piacciono proprio a tutti, grandi e piccini, si possono cucinare nei modi più svariati, e chi è a dieta rischia di sognarle anche di notte, ma fanno bene o fanno male, e soprattutto, fanno ingrassare? Dobbiamo metterle al bando se vogliamo perdere peso? Innanzitutto bisogna dire che per essere in forma e in salute bisogna seguire una dieta varia ed equilibrata, mangiare di tutto un po’ e nelle giuste quantità, non esistono alimenti buoni o cattivi se assunti con criterio. Non colpevolizziamo dunque le nostre care patate, quanto piuttosto i fritti, le torte alla crema e i nostri abusi alimentari di schifezze.

L’altolà alle patate arriva però oggi dagli Stati Uniti, dove le patate si mangiano a ogni ora del giorno e della notte, le troviamo soprattutto nelle frittelle e fritte, le famose fish and chips, ma anche come purè, al forno e via dicendo. Ma forse proprio qui sta il problema, mangiarle ad ogni pasto non è sicuramente corretto, né sinonimo di alimentazione varia ed equilibrata, ma come ogni alimento l’importanza sta anche nel metodo di cottura. Se si è a dieta i fritti vanno eliminati e comunque non vanno mangiati spesso, che si tratti di patate, pesce o altre verdure. La cottura migliore è sempre al vapore, bollite, al forno o grigliate. E attenzione anche al condimento, meglio un cucchiaino di olio d’oliva extravergine, certo non maionese o formaggio!

Il modo migliore affinché le patate mantengano inalterate le proprie caratteristiche salutari è cucinarle al vapore o al forno, intere e con la buccia. Se fritte, sbucciate o tagliate, rischiano di perdere molte proprietà benefiche. Importante è anche che le patate vengano consumate subito e non conservate, una volta cotte, per molto tempo, in quanto potrebbero sviluppare microrganismi tossici. Evitare patate germogliate o verdi in quanto ricche di solanina, sostanza che se assunta in elevate quantità potrebbe diventare tossica. La patata inoltre può essere mangiata anche dai diabetici come importante sostituto di pane e pasta. Ricordiamoci però di preferire le patate provenienti da colture biologiche, in quanto la patata tende ad assorbire gran parte dei pesticidi e dei veleni utilizzati. Se cucinate correttamente le patate sono dunque ammesse anche a dieta, a patto ovviamente di non abusarne a discapito di altri tipi di frutta e verdura altrettanto salutari. Non dimentichiamoci infatti che le patate sono ricche di potassio e vitamina C, che aiutano contro la ritenzione idrica e quindi a combattere la cellulite. Essendo però più caloriche di altre verdure, è necessario assumerle come sostituto di pane e pasta a cui non dovrebbero essere abbinate. La dieta delle tre P, pane, pasta e patate, non aiuta certo la linea, semmai il contrario! Inoltre essendo ricche di potassio sono adatte a chi soffre di ipertensione, dal momento che il potassio, insieme ad un minore apporto di sodio, contribuisce a normalizzare la pressione sanguigna. Buone patate a tutti!

Claudia Vallini


http://www.sxc.hu/browse.phtml?f=download&id=1320108

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews