Come depurarsi dalle abbuffate natalizie

Alla riconquista della forma fisica: pochi e semplici consigli di salute

dieta
Come resistere alle invitanti tavole natalizie straripanti di succulente prelibatezze? Impossibile. La tentazione peccaminosa è persistente e per giunta non inganna, non delude, sa bene come appagare corpo e spirito… ma aihnoi sa anche come attentare la nostra forma fisica. Invero, le ripercussioni dei recenti giorni di “dieta-free” si staranno violentemente manifestando proprio in queste ore, trascinando con sé un incontenibile senso di colpa. Non lasciate che il pentimento prenda irrimediabilmente il sopravvento; nulla è perduto. Sarà, infatti, sufficiente attenersi ad una breve ma intensa dieta depurativa per lenire i fastidiosi sintomi post- abbuffata e ridonare equilibrio all’organismo.

ASSUMERE MOLTI LIQUIDI – Gonfiore addominale, senso di pesantezza e spossatezza, stipsi o dissenteria, reflusso acido, secchezza delle fauci: sono questi i sintomi più comuni ravvisabili dopo aver oltrepassato il limite della sana regolarità alimentare. Fegato, pancreas, reni ed intestino hanno quindi assoluta necessità di essere detossinati, affinché venga successivamente ristabilito il loro normale funzionamento. A questo proposito è primariamente indispensabile bere molta acqua (in particolar modo a digiuno, appena svegli), assumere tisane drenanti, tè verde o infusi di betulla, di semi di finocchio o di tiglio: considerati tutti ottimi alleati nell’attività di disintossicazione del corpo attraverso la diuresi.

dieta
ASSUMERE FIBRE
– Per favorire la flora batterica e ripristinare il corretto andamento metabolico, sarebbe opportuno apportare al nostro organismo una notevole dose di fibre, contenute maggiormente in cereali integrali, frutta e verdura. Queste ultime, per altro, sono ricche di vitamine e sali minerali antiossidanti, i quali svolgono un’efficace azione depurativa dall’accumulo di tossine. Anche i legumi risultano essere validi collaboratori nella fase di eliminazione delle scorie.

RIDURRE I GRASSICarne rossa, salumi e formaggi soprattutto se stagionati: sono queste le pietanze che andrebbero consumate con parsimonia poiché abbondano di grassi saturi, responsabili della formazione del colesterolo nel sangue, e di sodio, sostanza che che facilita la ritenzione idrica, ovvero la proliferazione dell’ostinata cellulite. Bisognerebbe, inoltre rinunciare – almeno temporaneamente – ai cibi fritti o eccessivamente conditi, alle bevande gassate e agli alcolici, quest’ultimi, inoltre, limitano l’afflusso di ossigeno nelle cellule.

Dieta-dopo-feste (Copia)
POTENZIARE L’ATTIVITÀ FISICA
– Per ritrovare la perduta silhouette, riappropriarsi della salutare armonia fisica, compromessa dall’ingordigia, non esiste rimedio migliore del movimento. L’attività fisicasvolge un ruolo fondamentale durante il percorso di purificazione dell’organismo, poiché brucia il tessuto adiposo, sollecita l’azione metabolica e tonifica i muscoli. Non è affatto indispensabile autocondannarsi ad improponibili maratone dello sport, basterà fare delle corse al parco o delle lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta. E per i più pigri, sarà sufficiente rinunciare all’ascensore, all’auto o ai mezzi pubblici solitamente usati per gli spostamenti.

Antonietta Mente
@AntoMente

Foto: static.pourfemme.it; static.tantasalute.it; avisregime.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews