Depressione: i sintomi insospettabili

Depressione. Spesso ci capita di usare questa parola a sproposito. “Sono depressa”, “Questa cosa mi deprime”. Ma che cos’è davvero la depressione e quali sono le cause che la possono scatenare e le conseguenze che può provocare?

La depressione secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, è il disturbo mentale che entro il 2020, diventerà la seconda causa di invalidità dei Paesi occidentali, dopo le malattie cardiovascolari. Si tratta di qualcosa di ben specifico.

Secondo il professor Nicola Lalli, psichiatra e psicoterapeuta, oltre che professore associato di Psichiatria e Psicoterapia presso l’Università “La Sapienza” di Roma, esistono quattro diversi tipi di depressione.

  • La depressione reattiva, causata da eventi traumatici: perdite affettive, difficoltà economiche e sul lavoro.
  • La depressione nevrotica, dovuta al carattere che rende alcune persone ipersensibili a stress e frustrazioni: chi ne soffre tende a colpevolizzare gli altri.
  • La depressione maggiore o endogena, in cui l’individuo di solito si colpevolizza.
  • La depressione mascherata, difficile da diagnosticare perché si manifesta con malesseri fisici vari.

La depressione può riferirsi perciò a lievi malesseri o picchi di stress, così come a fatti più gravi e a lungo termine.

Come si può riconoscere la depressione?

Ci sono dei sintomi che possono essere considerati inequivocabili.

Gli studiosi della Mayo Clinic, una delle più prestigiose strutture ospedaliere degli Stati Uniti, hanno stilato una lista di sintomi, che vanno dai più comuni a quelli che meno ci si aspetterebbe.

 

  • Tristezza e infelicità diffusa
  • Irritabilità o frustrazione, anche per questioni apparentemente futili
  • Perdita di interesse nelle attività della vita quotidiana
  • Diminuzione dell’interesse per il sesso
  • Insonnia o addirittura sonno eccessivo
  • Distrazione, difficoltà di concentrazione e indecisione
  • Indolenza e apatia: anche svolgere attività minime può diventare molto faticoso
  • Pensieri di morte o suicidio
  • Crisi di pianto senza motivo preciso
  • Senso di colpa, inadeguatezza, rimorso per fatti avvenuti nel passato

 

Fin qui niente di sorprendente. Sono tutte cause più o meno evidenti, che possono spiegare la depressione.

Ci sono però altri sintomi apparentemente non pertinenti con questo disturbo, ma che invece sono pienamente attribuibili ad esso.

  • Aumento di peso: la depressione divora la mente, ma fa ingrassare il corpo. Al contrario di quanto si possa immaginare, il depresso non è affatto sempre e soltanto magro e consumato, ma al contrario può essere anche in carne. La persona depressa ha infatti spesso molta fame, a qualunque ora del giorno e la grelina che cerca di tirare su il morale di chi soffre, fa anche provare più appetito e cercare cibi “consolatori” come i dolci, in modo particolare gelato e cioccolata
  • Lentezza: il depresso pensa, agisce e parla molto lentamente. Come se tutto dipendesse dalla profondità d’animo. In realtà, avviene questo a causa di un fortissimo disagio interiore
  • Mal di schiena: dietro una lombalgia apparentemente inspiegabile, potrebbe nascondersi un principio di depressione
  • Mal di testa: anche un’emicrania in chi prima non aveva mai avuto cefalee, potrebbe essere un segnale da non sottovalutare di un inizio di depressione
  • Asma: le persone molto ansiose, una condizione tipica di chi soffre di un principio di depressione, sono tre volte più esposte al rischio di sviluppare l’asma

 

Sintomi più comuni e sintomi inaspettati, tutti possono però identificare lo stesso disturbo: la depressione.

Un consiglio? Circondarsi di persone a cui si vuole bene e non lasciarsi trasportare nel baratro della tristezza, a volte basta un sorriso o una risata per stare meglio.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews