Della Valle si sfoga sui giornali: “Politici, ora basta”: è polemica

ROMA – Ha suscitato non poche polemiche l’ultima trovata di Diego Della Valle, riguardante, in particolar modo, la decisione di acquistare pagine di diversi quotidiani italiani per pubblicare una durissima accusa rivolta ai politici italiani. Senza troppi giri di parole, Della Valle ha dunque puntato il dito contro la classe dirigente italiana al suon di «Politici ora basta», espressamente diretto «a quei politici, di qualunque colori essi siano, che si sono contraddistinti per la loro totale mancanza di competenza, di dignità e amor proprio per le sorti del paese».

Della Valle non risparmia proprio nessuno nell’attacco a quello che definisce uno «spettacolo indecente e irresponsabile», considerato da lui stesso come «non più tollerabile da gran parte degli italiani, e questo riguarda buona parte degli appartenenti a tutti gli schieramenti politici».

Secondo il Pdl, in particolare nelle idee di Fabrizio Cicchitto e Ignazio La Russa, ci sarebbe dietro una sorta di «disegno di spazzar via le attuali forze politiche [...] Ha bisogno di pagare per essere ascoltato».

I contenuti dell’affronto erano stati anticipati ieri sera durante il telegiornale di La7 condotto da Enrico Mentana. Della Valle, infatti, aveva inviato una lettera aperta spiegando le ragioni che lo avevano spinto a prendere questa decisione, ragioni che, stando alla condizione generale del paese, risiedono «nell’agire attento solo ai piccoli o grandi interessi personali o di partito, una strada che ci sta portando al disastro e sta danneggiando irrimediabilmente la reputazione dell’Italia nel mondo».

In tal senso, gli italiani sono portati a non avere «più nessuna stima e nessuna fiducia in molti di voi [...] una classe politica che, salvo alcune eccezioni, si è totalmente allontanata dalla realtà delle cose e dai bisogni reali dei cittadini». «Solo una piccola parte dell’attuale classe politica – prosegue Della Valle – possiede queste caratteristiche, mentre il resto è composto da persone incompetenti e non preparate che non hanno nessuna percezione dei problemi del paese, della gravità del momento e tantomeno una visione mondiale degli scenari futuri che ci aspettano».

Per Saverio Romano, ministro dell’agricoltura, si tratta solo di «categorie apolitiche della vergogna e della decenza che servono solo a fomentare l’antipolitica e il dissenso». Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro, invece, ringrazia Della Valle «per la mano che ci sta dando per migliorare il paese in una battaglia che stiamo combattendo ancor prima di lui».

Rosy Bindi, in particolare, non ha gradito il duro appello di Della Valle e ha prontamente replicato sostenendo che «non si fa una roba così [...] Ci sarebbe da fare la foto con questa pagina in mano e le Tod’s depositate da qualche parte. Mi rispetti almeno come consumatore».

Redazione

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews