Dating online: mille modi per conoscere l’anima gemella con un click

Più di sette milioni di italiani iscritti a un sito di dating online. Ma conoscersi virtualmente è così semplice come sembra?

dating online

Con il dating online l’anima gemella si cerca sul web, basta inserire i propri dati e le caratteristiche della persona ideale (internet.tuttogratis.it)

Si chiama dating online ed è la nuova, o meglio contemporanea, tendenza a cercare l’anima gemella sul web. Così nuova non lo è più, visto che sono ormai diversi anni che il fenomeno è in crescita, partendo dagli Stati Uniti fino ad arrivare al romantico Belpaese, in cui ben un italiano su quattro, in barba al corteggiamento stile Casanova, sceglie la ben più comoda e pratica della rete per incontrare l’amore.

COS’È E COME FUNZIONA – In un mondo sempre più “virtualmente” gestito, in cui i rapporti interpersonali si snodano nelle grandi agora del web, il dating on-line trova la sua naturale collocazione: basta iscriversi ad uno dei numerosi siti di incontri, compilare il proprio profilo ed essere chiari sulle caratteristiche fisiche e caratteriali che dovrebbe avere l’ipotetica anima gemella. Il tutto senza scomodarsi troppo, almeno fino al primo appuntamento.

Se fino a qualche anno fa i siti di incontri erano più limitati, o comunque avevano caratteristiche omogenee legate all’utilizzo del computer, oggi con il moltiplicarsi dei dispositivi tecnologici a disposizione come smartphone e tablet, si sono diffuse nuove tipologie di dating online. Si va dallo speed dating, che a differenza di quello classico presuppone la presenza di piattaforme di video chat, più immediate e veloci, al suo esatto opposto ovvero lo slowdating, in base al quale il primo contatto virtuale viene preceduto da incontri organizzati di persona, in locali scelti appositamente. Esistono poi anche le versioni mobile, che permettono di gestire la conoscenza attraverso app fortemente intuitive, con la possibilità di localizzare la persona con cui si comunica attraverso dispositivi GPS. E per chi volesse mettere in chiaro fin dal primo click che quella che sta cercando non è l’anima gemella, ma una divertente avventura, c’è il casual dating, piattaforma pensata appositamente per i più libertini. Insomma, ce n’è per tutte le esigenze, basta inserire i dati ed affidarsi alla potenza del mondo 2.0.

dating online

Circa sette milioni di italiani sono iscritti a Meetic.it, sito di incontri leader nel panorama europeo (meetic.it)

ONLINE È PIU’ SEMPLICE – Più di 7 milioni gli italiani iscritti a Meetic, sito d’incontri che si è imposto come marchio leader nel panorama virtuale, facente parte del gruppo di Match.com. Il responsabile per l’Italia della società, Maurizio Zorzetto, ha infatti dichiarato che un italiano su quattro avrebbe iniziato una relazione su un sito di incontri e che ogni settimana nascerebbero ben trecento coppie. Numeri importanti che lasciano presupporre che quella che è nata come una moda si stia innalzando a vera e propria tendenza sociale.

Secondo le statistiche la fascia demografica che maggiormente si interessa al dating online è quella dei cinquantenni, probabilmente a causa delle minori occasioni relazionali rispetto a quelle che può avere un ventenne. L’online rende tutto immediato e veloce, in un mondo semplificato fatto di “emoticons” e punteggiature enfatizzate che tendono a schematizzare, forse fin troppo, anche i sentimenti e lascia spazio alle facili illusioni.

IL BUSINESS DEGLI INCONTRI – C’è poi l’aspetto economico. Dietro il dating online si cela un vero e proprio business, che rende molti di questi siti una sorta di agenzia d’appuntamento virtuale. Infatti, se l’iscrizione è quasi sempre gratuita, la possibilità di usufruire della maggior parte dei servizi messi a disposizione dalla piattaforma prevede dei pagamenti aggiuntivi, generalmente sotto forma di abbonamento, con condizioni preventivamente accettate dall’utente.

Un sondaggio di Match.com rivela che il 55% dei primi appuntamenti che seguono la conoscenza virtuale si risolve nel sesso, proprio perché lo scambio di messaggi nel mondo virtuale dà l’illusione di una conoscenza raggiunta ed avanzata, ma che spesso non coincide con il mondo reale. Che l’incontro in carne ossa sia ben altra cosa è provato, e per superare gli impasse della situazione gli americani si sono inventati il dating coach, un “allenatore” che prepara all’approccio nella vita reale, insegnando per esempio a interpretare il linguaggio non verbale.

Mercati, quelli degli incontri virtuali, che sfruttano uno dei bisogni più antichi dell’uomo, quello di trovare l’amore. Ma algoritmi matematici che analizzano le compatibilità e sentimenti tradotti in emoticons, riusciranno mai a sostituire l’emozione della scoperta reale dell’altro?

Cristina Casini

@cristina_casini

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews