Dal Bambino Gesù i robot che aiutano i bambini

Roma – Si è appena conclusa la settima edizione della manifestazione sull’eccellenza della robotica, durante la quale sono stati presentati due robot che aiutano a camminare i bambini con disabilità. Si chiamano Ankelbot e Wake Up e sono stati realizzati dai laboratori di robotica e analisi dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. L’Ankelbot è un robot utilizzato per rieducare il movimento delle caviglie dei bambini di età compresa fra i cinque e gli otto anni, affetti da paralisi cerebrale infantile. Il Wake Up è il prototipo di un robot umanoide: servirà per riabilitare i giunti articolari di caviglia e ginocchio in bambini con danni neurologici causati da ictus o da paralisi cerebrale infantile. Il primo è stato realizzato dai laboratori del Bambino Gesù in collaborazione con il MIT, Massachusetts Institute of Technology, di Cambridge negli Stati Uniti. Il Wake Up invece è stato creato in collaborazione con il DEIM, il dipartimento di ingegneria industriale dell’Università della Tuscia. Questo è il secondo anno che il Bambino Gesù partecipa alla manifestazione, arrivata alla sua settima edizione e che vede gli istituti tecnici romani sfidarsi nella creazione di robot umanoidi. L’ospedale pediatrico romano è un centro d’eccellenza per quel che riguarda la neuro-riabilitazione pediatrica, il recupero funzionale e motorio dei bambini con lesioni di natura neurologica.

”L’eccellenza della robotica”, questo il nome dato all’evento nell’ambito della ”RomeCup 2013”, ha visto quest’anno una diffusa partecipazione di studenti, esperti ma anche di curiosi, arrivati per conoscere le ultime novità sul mondo dei robot. Vi hanno partecipato 12 regioni italiane, sono stati aperti 20 laboratori per le diverse fasce d’età e i vari indirizzi d’istruzione, sono stati realizzati 3 convegni su robotica, lavoro e futuro e 2 workshop sulla didattica innovativa per docenti. Questi i numeri della settima edizione della manifestazione, promossa dalla Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con la camera di commercio di Roma e con ANP, associazione dirigenti e alte professionalità della scuola. «La manifestazione ha visto la partecipazione di oltre 2.000 studenti delle scuole di ogni ordine e grado da tutta Italia» ha affermato Gianluigi De Palo, assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani del comune di Roma intervenuto durante la cerimonia  «e 300 docenti coinvolti con amore e dedizione in workshop, convegni e competizioni.

Ho visto ragazzi entusiasti, con la passione negli occhi, e le istituzioni hanno il compito di dare sfogo a questa ricchezza. Occorre aiutare i giovani a capire che crediamo in loro, che questo è il momento in cui non bisogna rassegnarsi e che la loro vita assomiglia a un bozzetto del Canova, ma che in potenza è già un’opera d’arte».

Alla “RomeCup 2013″ si è parlato anche di opportunità occupazionali, di formazione innovativa e inclusione sociale. «Questo perché – spiegano i promotori – i robot possono costituire uno strumento attraverso il quale modernità e innovazione si pongono al servizio dell’uomo». La settima edizione della RomeCup è stata preceduta pochi mesi fa dalla firma della partnership pubblico-privata tra Commissione europea, industria europea e settore accademico per lo sviluppo della robotica in Europa. Un accordo che risponde alla necessità di sostenere un settore, come afferma la fondazione promotrice, che prevede per i mercati nazionali dei Paesi membri una crescita del 4° per cento per  i prossimi anni.

Un’edizione, questa, che ha visto l’inaugurazione del Primo Centro Leis (Lego education innovation studio) della Capitale e anche del Primo Libro Bianco della Robotica sull’effettivo potenziale di ricerca del sistema in Italia. Prima volta anche per la competizione Cospace Theatre, con il lancio ufficiale dell’iniziativa dedicata ai giovani per la formazione e l’inserimento in azienda firmata Zucchetti Centro Sistemi.

Ogni squadra vincitrice ha ricevuto un premio in denaro da mille euro, schede elettroniche STMicroelectronics e kit didattici con buoni sconto di Media Direct.

Mariangela Campo

                                                                                                                                                                                                                                    @MariangelaCamp4

Foto via biclazio.com; disabili.com; ansa.it

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews