Da Jackie Kennedy a Grace Kelly: ecco “Le donne di Life”

Milano – Sono passati più di 75 anni dalla pubblicazione del primo numero di Life, la celebre rivista statunitense che ha accompagnato l’America dagli anni Trenta e le cui immagini sono diventate dei simboli del ventesimo secolo.
La prima storica copertina è stata firmata proprio da una donna: Margaret BourKe White, la prima donna fotografa di Life. Lei, mitica pioniera della fotografia di industria, di reportage, d’indagine sociale, ha realizzato l’immagine della diga di Fort Peck che inaugurò la fortunata serie di numeri della rivista: era il 23 novembre del 1936.

Le nozze di John e Jacqueline Kennedy (1953), Lisa Larsen

Dopo la potente foto di copertina, Margaret ha inanellato nel corso della carriera una serie di primogeniture al femminile: primo reportage industriale nel 1927, prima assunta da Fortune nel 1929; prima giornalista occidentale in Urss nel 1930; prima assunta da Life, unica fotografa americana (col marito Erskine Caldwell) in Russia nel 1941, prima corrispondente di guerra durante la seconda Guerra Mondiale.

Della sua professione di donna fotografa, BourKe White diceva: «La fotografia non dovrebbe essere un campo di contesa tra uomini e donne. In quanto donna – sosteneva – è forse più difficile ottenere la confidenza della gente e forse gioca un ruolo negativo una certa forma di gelosia; ma quando raggiungi un certo livello di professionalità non è più una questione di essere uomo o donna».
E se a lei era riservato il posto d’onore, il numero più alto di assistenti disponibili, il budget più cospicuo per ognuno dei suoi straordinari reportage, anche altre fotografe hanno segnato la storia di Life.

Grace Kelly, New York (1956), Lisa Larsen

È il caso di Nina Leen, ma anche di Lisa Larsen oppure di Martha Holmes che hanno saputo raccontare, attraverso i loro scatti, la donna americana, i suoi cambiamenti, i suoi miti, il suo stato sociale da angelo del focolare a manager, la sua emancipazione. La Holmes affronta con eleganza ritratti del mondo dell’arte e del cinema. Nina Leen è osservatrice della società americana e dei suoi stili di vita.

Lisa Larsen realizza ritratti di personaggi politici e dello spettacolo ed è autrice di alcune immagini-icona del matrimonio di John e Jacqueline Kennedy. Presente anche quest’opera nella mostra che la galleria Forma di Milano dedica alle donne davanti e dietro l’obiettivo della macchina fotografica.
A completare il percorso espositivo, anche alcuni celebri ritratti realizzati da Alfred Eisenstaedt, che contribuiscono a descrivere l’evoluzione della donna e della sua immagine nel corso del XX secolo.

Armate di macchina fotografica e grande entusiasmo, le reporter della celebre rivista statunitense Life hanno scritto un capitolo importante nella storia della fotografia novecentesca.

Forma Galleria le ricorda con Le donne di Life, importante mostra che sarà visitabile gratuitamente fino all’11 marzo, con cui la galleria propone un nuovo spazio e inaugura un programma di proposte e mostre con attenzione al collezionismo. Le 35 stampe da negativi originali saranno messe in vendita.

Natalia Radicchio

Foto| via www.ansa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews