Cuba ha una storia anche italiana e viceversa?

Roma -  “CUBA. Una Storia anche Italiana”. Questo il titolo della mostra allestita a Roma al Museo in Trastevere fino al 2 ottobre 2011, che celebra un particolare matrimonio esotico tra due culture, quella italiana e quella cubana. Infatti, sono lontane solo apparentemente e l’esposizione intende così evidenziare il loro rapporto, poco noto ma sorprendente, attraverso il racconto delle vicende di tanti protagonisti, da Cristoforo Colombo fino ai giorni nostri. Dunque, un itinerario inedito lungo l’arco di cinque secoli che evidenzia l’influenza della cultura del nostro Paese nell’isola latina e viceversa, spesso facilitato dalla comune appartenenza alla Corona di Spagna.

Sono lampanti soprattutto le influenze della cultura neoclassica nello stile architettonico dell’isola. Tutto questo è riportato alla luce da immagini, documenti e due supporti video, oltre ad una serie di conferenze, dibattiti ed eventi dal vivo che animeranno e renderanno più gradevole l’esposizione. La Mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali, in collaborazione con l’Ambasciata di Cuba in Italia, nasce da un’idea dell’Associazione “L’Altra P…Arte” e, dal coordinatore della rassegna, Marco Marini. Si è poi realizzata grazie al contributo di tanti testimoni e protagonisti dei questa vicenda, con la partecipazione di Renzo Arbore, Philippe Daverio, Gianni Minà, Franco pecci, Eusebio Leal Spengler.

L’obiettivo principale della mostra, infatti, è quello di stimolare nuovi progetti tra operatori culturali dei due Paesi per affrontare meglio le sfide della globalità multietnica. Obiettivo, che forse riuscirà a realizzarsi grazie alla serie di eventi (fino all’autunno) che integreranno un’esposizione, poco chiara al visitatore e mal organizzata. Nella Galleria intorno al chiostro del Museo sono, infatti, esposti dei grandi pannelli iconografici che illustrano il complesso intreccio culturale ed artistico tra i due Paesi. Molto bella l’idea, che tuttavia poteva essere spiegata in modo più chiaro e scandito. Quello che balza all’occhio al visitatore è un intreccio di movimenti storici poco evidente, un po’ per il colore di sottofondo del pannello stesso che non mette bene in luce i caratteri e le parole delle didascalie e spiegazioni che, in molti casi, sono anche prolisse.  

Nelle sale limitrofe viene proposto un approfondimento per le varie sezioni della mostra: i contributi italiani nell’architettura delle città cubane, (opere di restauro grazie ai fondi e ai lavori delle università), nel cinema dagli anni ’50 ad oggi e nella musica fin dal 1700. Sono  presentati al pubblico filmati, brani musicali e videoregistrazioni, del tutto originali e spesso inediti in Italia. Sono anche affissi alcuni quadretti e locandine che illustrano le attività principali dei cubani: dai concerti afro jazz, alla samba, ai balli latino americani e tanto altro. Una cultura, quella cubana, forse poco conosciuta e quindi non apprezzata adeguatamente.

Come scritto di sopra, nella Sala Multimediale, invece, si alternano conferenze, proiezioni e dibattiti sulle diverse aree tematiche. Nel suggestivo Chiostro del Museo, si svolgerà un programma di eventi e di spettacoli dal vivo che descrivono ancor più significativamente quanto esposto nell’ambito della Mostra, nei pomeriggi dalle ore 16.30 alle ore 19.00, a cui seguiranno anche dei dibattiti finali. Da segnalare tra i prossimi appuntamenti, giovedì 30 giugno, una conferenza sull’origine ed evoluzione della musica afro cubana e, il 19 luglio, la proiezione del film di Gianni Minà “In viaggio con il Che”.   

Chiara Campanella

Foto via : museodiromaintrastevere;  daringtodo.com

Informazioni

Martedì-domenica 10.00-20.00. Chiuso lunedì
La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietto d’ingresso

Intero: € 6,50
Ridotto: € 5,50
Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente.

Per i cittadini residenti nel Comune di Roma

(mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero: € 5,50
Ridotto: € 4,50

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews