Crocetta sceglie Antonio Ingroia per la riscossione tasse

L'ex procuratore di Palermo Antonio Ingroia

Palermo – Un ex magistrato, buttatosi nell’arena politica senza successo (la sua Rivoluzione Civile è stata un vero e proprio flop elettorale, sotto il 4% richiesto per l’ingresso alla Camera dei Deputati), che diventa esattore delle tasse. Sembra la trama di un film, ma è quanto realmente accaduto ad Antonio Ingroia, che il presidente della regione Sicilia Rosario Crocetta ha chiamato a dirigere l’agenzia “Riscossione Sicilia”, il corrispettivo isolano dell’Equitalia.

Ingroia, che il Consiglio Superiore della Magistratura aveva relegato al ruolo di magistrato in quel di Aosta (la Valle d’Aosta era l’unica regione nel quale non si era presentato alle elezioni, e le regole della magistratura impediscono di servire nei cinque anni successivi in una zona dove ci si è candidati a qualsiasi carica politica), avrebbe ufficiosamente accettato la proposta di Crocetta, rifiutandosi di ricoprire così l’incarico giudiziario: «Ritengo sia più utile la mia presenza in Sicilia alla guida di un ente pubblico rispetto all’incarico di giudice, tra l’altro in sovranumero, ad Aosta».

La nomina è stata accolta dall’arco politico siciliano e nazionale con ironia e reazioni di dubbia accettazione, salvo eccezion fatta per Marco Falcone, capogruppo PdL nel Parlamento siciliano, che lasciando da parte le polemiche ha detto: «Auspichiamo che il magistrato palermitano sia figura terza nell’interesse della collettività e in funzione di ciò, visto il periodo di ristrettezze che stiamo attraversando, riduca quanto è più possibile la sua indennità».

L’indennità di Ingroia in questo incarico è già divenuta, prima ancora che l’incarico diventi effettivo (il Csm deve infatti concedere l’autorizzazione al magistrato), oggetto di nuove tensioni. Sebbene la cifra non sia stata resa nota, alcuni parlerebbero di circa 50mila euro l’anno (poco più di quattromila euro al mese), una somma comunque alta, ma bene in linea con gli stipendi d’oro dei grandi manager. Se Ingroia sarà da annoverarsi in questa spesso malvista categoria, lo sapremo nei prossimi giorni.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews