Crisi. Obama ammonisce l’Ue: “I mercati sono scettici”

jay-carter

Jay Carney

Washington – Il Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, è fiducioso che i paesi dell’Eurozona abbiano le capacità per risolvere la crisi in corso. Questo è quanto riporta il sito Wall Street Italia, in riferimento alla crisi europea che sta coinvolgendo anche l’assetto economico statunitense. Il presidente Obama, osserva con favore agli sforzi compiuti per salvare la moneta unica ma, sottolinea, ancora tanto può e deve essere fatto.

Al monito presidenziale fa eco il Portavoce della Casa Bianca, Jay Carney il quale, durante una conferenza stampa, ha voluto precisare che ‹‹Il Presidente crede che gli europei abbiano la capacità per prendere delle misure decisive per risolvere i problemi che affliggono l’Area e l’economia globale, e che al momento sono state già intraprese misure e decisioni importanti››.

Pare dunque che l’interesse e il sostegno degli Stati Uniti nei confronti della governance europea siano totali ma nelle parole è possibile cogliere anche tutta l’inquietudine d’oltre oceano sulla timidezza della misure adottate, non sufficienti a garantire la dovuta stabilità della moneta unica. La Casa Bianca avverte: ‹‹Ci sono ancora una serie di rischi e non ci sono dubbi che i mercati siano ancora scettici. Ecco perché crediamo che debba essere fatto di più››.

Il rimprovero americano non è velato e a quello del presidente Obama si aggiunge anche quello del Dipartimento del Tesoro: ‹‹Sembra proprio che i leader europei si stiano adoperando nei loro compiti con il senso dell’urgenza. La decisione di rafforzare il sistema bancario europeo sarà di particolare importanza in questo momento››. In merito, confermano che durante i vari colloqui tra gli Stati Uniti e l’Europa, le autorità americane hanno molto insistito per ricordare al Vecchio Continente la lezione imparata durante la crisi finanziaria del 2007.

Gli avvertimenti statunitensi arrivano poche ore dopo l’attacco che gli speculatori americani hanno rivolto all’euro e ai paesi Ue. Gli interventi europei devono essere finalizzati a convincere i mercati finanziari che le scelte decise siano abbastanza concrete da fermare la crisi del debito. Così, solo ieri lo stesso Jay Carney osservava: ‹‹I mercati restano scettici sul fatto che le misure prese finora siano sufficienti per assicurare la ripresa in Europa e rimuovere il rischio che la crisi peggiori – ha detto Carney ai giornalisti – noi ovviamente crediamo che ulteriori passi debbano essere compiuti››.

Chantal Cresta

foto|| wallstreetitalia.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews