Crisi, nuovo allarme di Squinzi: «Le imprese stanno morendo»

Giorgio Squinzi Confindustria

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

Il governo Monti non sta ancora facendo abbastanza per risollevare le sorti dell’economia e, in particolare, per salvare le imprese condannate a una morte certa della crescente pressione fiscale: continua a essere convinto il leader degli industriali Giorgio Squinzi, che non ha mancato di ribadire le proprie perplessità a riguardo dalla suggestiva cornice di Capri, dove si è recato in occasione del convegno dei giovani di Confindustria.

Dopo aver ribadito la necessità di allentare la morsa del fisco, Squinzi ha offerto alla platea anche una possibile soluzione circa la provenienza dei fondi eventualmente necessari ad alleggerire le tasse: «Bisognerebbe fare una spending review molto più decisa e tutti i fondi che si liberano dovrebbero essere destinati alla riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, le imprese, i cittadini». Ricorrendo a una metafora culinaria, ha poi spiegato che il governo si sarebbero per ora limitato a un semplice «antipasto» per quel che concerne i tagli alla spesa. Servirebbe tuttavia fare qualcosa di più: «Credo che dall’antipasto si possa procedere anche al primo, al secondo e anche al dessert».

«Il governo sta facendo delle cose, certamente non sta facendo tutto quello che sarebbe necessario per fare il salto di qualità» ha poi precisato ai microfoni dei giornalisti che gli domandavano se, da parte degli industriali, non vi sia un eccesso di severità nei confronti dell’esecutivo tecnico.

Con simili premesse, non stupisce che Squinzi non sia tra coloro che premono per un eventuale bis di Mario Monti come presidente del Consiglio. L’eventualità non è tuttavia del tutto esclusa, purché passi comunque attraverso la legittimazione delle urne e dell’elettorato: «Io non ne farei una questione di nomi. A me va benissimo anche che il professor Monti guidi la prossima legislatura purché abbia una legittimità elettorale».

Mara Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews