Crisi. Al segnale della Spagna si scatena l’inferno sui mercati

il-gladiatore

Russel Crowe in Il Gladiatore

Roma – «Al mio segnale scatenate l’inferno». Seppur con una forma totalmente diversa la suddetta frase, detta da Massimo Decimo Meridio (interpretato da Russel Crowe) nel film Il Gladiatore, può essere, per quanto concerne il messaggio e l’efficacia dello stesso, paragonata alla pubblicazione sul sito Web del Governo Spagnolo della notizia di un’impellente richiesta di attivazione, in via emergenziale, dello scudo anti-spread deciso nella famosa riunione a Bruxelles di fine giugno (quella svoltasi contemporaneamente al match Italia – Germania degli Europei la cui coincidenza ha finito per dare una visione calcistica anche del meeting economico-finanziario). Dunque, arriva forte e chiara la notizia che Rajoy ed il suo Esecutivo sventolano bandiera bianca a fronte della bancarotta di tante Regioni spagnole e dell’ennesima impennata dello spread tra bonos e bund. L’annuncio diviene motore di una devastante onda anomala di panico sui mercati finanziari di tutto il Mondo e la gravità del danno non si circoscrive affatto alla Spagna. Il comunicato in questione, infatti, chiamava in causa anche Parigi e Roma come firmatarie dell’appello per l’utilizzo immediato del Fondo Salva-Stati mettendo in luce la generalizzazione delle difficoltà economiche ed ampliando esponenzialmente il ribasso degli indici Borsistici e l’impennata degli interessi sui titoli di Stato. Inferno decisamente scatenato.

kids468x60

«Al mio segnale scatenate l’inferno, scusate scherzavo». Se Russel Crowe avesse pronunciato questa frase anziché quella riportata in apertura dell’articolo, forse il colossal di Ridley Scott avrebbe assunto le sembianze di uno dei cinepanettoni nostrani. Tuttavia, battute a parte (anche perché c’è ben poco da ridere) l’SOS della Spagna ha subito realmente un disperato dietrofront che ha finito, come si può facilmente intuire, per trasformare il panico iniziale diffusosi sui mercati in una confusione comunque tutt’altro che positiva. Da Roma e Parigi, infatti, sono arrivate delle secche (e seccate) smentite circa il fantomatico appello per l’attuazione dello scudo anti-spread, costringendo la Spagna a ritirare la notizia diffusa sul Web. Superfluo denotare l’irritazione di Hollande e di Monti per tale dannosissima gaffe.

«Al mio segnale placate l’inferno». Il giorno dopo il pasticcio diplomatico, il Governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi  decide di prendere in mano la situazione dichiarando che l’euro rimarrà la moneta di Grecia e Spagna per i prossimi anni in quanto vi è un fortissimo impegno della Bce per tal fine. Le parole di Draghi, pronunciate alla Global Investment Conference di Londra, costituiscono una vitale iniezione di fiducia per i mercati.

Mario Draghi
Mario Draghi

Gli interessi scendono immediatamente a livelli un po’ meno preoccupanti mentre alcune Borse valori registrano chiusure positive: l’inferno sembra essersi realmente calmato.

La volatilitá dei mercati è strettamente correlata con il bisogno informativo degli stessi ed in tal senso la comunicazione della Bce e dei Governi locali assume un ruolo fondamentale e deve risultare coerente ed efficace per evitare il panic selling (effetto panico). Cambiare una frase può far variare il finale di un film ma quando in gioco vi sono milioni di euro, il futuro di alcuni Stati e i risparmi delle famiglie bisogna scegliere sin da subito e con decisione la sola frase giusta per avere il lieto fine o quanto meno per avvicinarsi ad esso.

Matteo Scarano

Immagine | guardian.co.uk, adnkronos.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews