Costa Concordia LIVE, le operazioni di rotazione in diretta streaming

relitto-costa-concordia-live

Il relitto della Costa Concordia (fanpage.it)

Lavori a oltranza, al Giglio, per la Costa Concordia. Ci vorrà ancora tutta la notte per completare questa delicatissima operazione che farà, se tutto andrà  per il meglio, riemergere l’imponente nave da crociera. Intorno alla mezzanotte ci sarà il momento forse più particolare: si passerà dal tiraggio delle catene all’uso dei martinetti idraulici, cassoni installati sul lato emerso del relitto che si immergeranno nell’acqua.

«Andremo avanti ad oltranza per tutta la notte, occuperemo anche le ore dopo la mezzanotte: le cose procedono come devono ma con tempi più dilatati». Lo ha detto poco fa il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli.

La Costa Concordia si è staccata dalla roccia su cui si era appoggiata affondando e sta iniziando lentamente a riemergere. Seppur con tre ore di ritardo, dovute al forte temporale abbattutosi durante la notte sull’Isola del Giglio, sono partite le operazioni di rotazione della nave affondata il 13 gennaio 2012. L’operazione, dal costo stimato attorno ai 600 milioni di euro, è definita di parbuckling. Le spese di realizzazione e varo della Costa Concordia si erano fermate a 450 milioni.

Il parbuckling è una tecnica ben precisa, a doppia corda, con cui nell’Ottocento venivano fatti rotolare i grandi barili che contenevano generi alimentari in particolare. Attualmente si indica con esso l’atto di ruotare un barile su un piano inclinato attraverso due corde, che lo orientano da una parte o dall’altra facendo forza. È esattamente quello che accadrà per la Concordia, che è stata imbracata con 36 funi d’acciaio e verrà tirata da un cavo che le passa sotto.

Dall’inizio delle operazioni a questo pomeriggio, la nave ha già ruotato di oltre 10 gradi. La parte emersa si distingue nettamente, a causa della ruggine che l’ha aggredita nell’anno e mezzo abbondante in cui è stata sottoposta all’immersione forzata nelle acque del Giglio. Secondo le stime dei tecnici della società impegnata nel recupero, la Titan-Micoperi, ci vorranno dodici ore per completare la rotazione del relitto. Entro le 21 dovevamo vedere la Costa Concordia in posizione eretta ma ci vorrà ancora molto lavoro, almeno fino all’alba di domani.

Franco Porcellacchia, responsabile dei lavori per Costa Crociere, ha detto:

«Solo quando la rotazione arriverà a 20 gradi finirà la prima fase dei lavori, quella più critica in cui è necessario usare i martinetti idraulici. Ma per arrivare a questo punto serviranno ancora dalle quattro alle sei ore».

Una volta raddrizzata, alle nave verranno fissati altri 15 cassoni di galleggiamento sul lato destro, per stabilizzare l’imbarcazione, oltre ai 15 già presenti a sinistra. Una volta stabilizzato il relitto, verrà progressivamente tolta acqua ai cassoni e la nave tornerà a galleggiare, con una parte sommersa che passerà da 30 a 18 metri.

Il capo della Protezione Civile Franco Gabrieli ha spiegato che nel corso delle prime operazioni è stata registrata una «significativa deformazione della fiancata di dritta», il che ha avvalorato la tesi «che l’operazione andava fatta il prima possibile».

Francesco Guarino
@fraguarino

LA DIRETTA STREAMING DELL’AGENZIA REUTERS:

Foto homepage: darkroom.baltimoresun.com

schermata-09-2456552-alle-15-07-48

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews