Cosentino, no all’uso delle intercettazioni

Negata l’autorizzazione dalla Camera dei Deputati

di Nicola Gilardi

Nicola Cosentino

ROMA – La Camera ha deciso, la Magistratura non potrà utilizzare le intercettazioni disponibili contro Nicola Cosentino. Non è bastato il voto favorevole di Futuro e libertà per l’Italia che si è schierato con l’opposizione. La votazione, svoltasi con scrutinio segreto, ha visto 308 voti favorevoli, contro i 285 contrari.

La posizione dei finiani era in dubbio già dalla serata di ieri. Le dichiarazioni erano discordanti e tutto faceva pensare ad una spaccatura. In mattinata, però, ci ha pensato Benedetto della Vedova a ristabilire l’ordine, pronunciandosi, di fronte all’assemblea, favorevole a votare “si”.

«Il nostro garantismo, che non è in discussione – ha dichiarato della Vedova – si esplica nel vigilare che indagini e processi, compresi quelli al collega Cosentino, siano equi e rispettosi fino in fondo della difesa. Difesa che però non è il Parlamento a dover esercitare».

Anche Italia dei Valori e Partito democratico hanno votato in massa per il “si”, esprimendo la propria volontà nel mettere i magistrati nelle condizioni di poter utilizzare le intercettazioni già disponibili nei confronti dell’ex sottosegretario all’Economia.

In aula presenti i ministri Bossi, Alfano e Tremonti, mentre per l’opposizione era presente il segretario del Pd Bersani.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews