Cosa serve per aprire una lavanderia self service

lavanderia_self_service

La prima domanda che ci si pone in questo senso è: quali requisiti si rendono necessari per poter aprire e gestire una lavanderia a gettoni?

In realtà, per poter avviare e gestire un business di questo tipo, non occorrono delle particolari competenze o requisiti professionali. Quello che serve sono serietà e voglia di fare. Certo, informarsi su cosa fare è doveroso, ma proprio per aiutare a diventare imprenditori di successo vi sono dei franchisor che mettono a disposizione la loro esperienza, come, ad esempio, Bloomest Laundry, a tal proposito, consigliamo di visitare questo sito.

Se non servono qualifiche e requisiti, allora di cosa si ha bisogno per un’attività di successo?

Essendo un sistema automatizzato, la lavanderia self service non richiede particolari qualifiche o requisiti per poter essere gestita, ma vi sono delle competenze che vanno imparate in quanto necessarie. Proprio per questo motivo i franchisor predispongono dei corsi di formazione per i loro affiliati.

Scegliendo un franchisor come Bloomest la manutenzione dei macchinari è affidata agli operatori specializzati forniti da Miele, insieme ad una garanzie di 2 anni.

Pur non necessitando di competenze specifiche, per avviare un’attività imprenditoriale che veda la luce del successo, ci sarà bisogno di imparare a prestare attenzione ad altri fattori, come la pianificazione economica e la pianificazione delle strategie di vendita.

Quali sono allora le competenze che vanno imparate per avere successo?

Una microimpresa, che è il caso della lavanderia a gettoni, va gestita sempre con attenzione e mettendo al bando lo spreco. Per avere quindi un’attività redditizia si rendono necessarie alcune competenze come pianificazione strategica, pianificazione del marketing, strategie di fidelizzazione, scelta della localizzazione geografica del locale e capacità di gestire il bilancio.

E se non si possiedono competenze, allora come si fa? 

Proprio per sopperire alla mancanza di tali competenze Bloomest mette a disposizione dei partner dei corsi specifici e personalizzati da seguire mentre il locale è in fase di allestimento.

Come prima cosa, si valuta attentamente la localizzazione migliore cercando di posizionare il locale in zone dove il passaggio è elevato, senza escludere quindi scuole, università o caserme, perché forniscono proprio la clientela che utilizza le lavanderie automatiche.

Si imparerà poi a capire quando incidono i costi vivi (tasse, canoni, bollette) sul bilancio e a capire quanti e quali macchinari sono necessari, in base anche alla metratura del locale e alla quantità di clienti prevista. E, qualora si rendesse necessaria una consulenza dopo l’avvio dell’impresa, Bloomest continuerà a mettere a disposizione i suoi consulenti.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews