Corruzione nel mondo: l’Italia al 72esimo posto

Corruzione, indice corruzione mondiale, Italia 72esimo posto

L'Italia, rispetto all'anno scorso, è scesa di tre posizioni

Roma – Peggio del Ghana, del Botswana, del Bhutan e del Rwanda. Questo tanto per sottolineare meglio la situazione del nostro Paese per quanto concerne il livello di corruzione percepita.

Questo è quanto emerge dal CPI 2012, indice dell’associazione non governativa Transparency International, che classifica più di 170 Paesi del Mondo per livello di corruzione nel settore pubblico e politico. Per quest’anno è stata anche introdotta una nuova metodologia di calcolo che permette di avere dati più solidi e confrontabili nel tempo.

L’Italia peggiora la sua posizione in classifica: dal 69esimo posto guadagnatosi l’anno scorso, ora si trova al 72esimo, con un punteggio di 42 su 100, a paro merito con il Paese africano Sao Tome e Principe e Bosnia Erzegovina. «In Italia – si legge sulla relazione di Transaparency International – corruzione, opacità, scarsi livelli di integrità, uniti a deboli sistemi di controllo e valutazione non comportano solamente una mancanza di moralità ed eticità nella governance del Paese, ma hanno un impatto negativo devastante sull’economica e la credibilità dell’intero sistema Paese: la Corte dei Conti ha stimato che ogni punto in meno nel CPI pesa in maniera grave sugli investimenti esteri, che fuggono anche a causa dell’indeterminatezza e opacità delle regole».

In Europa, in una situazione peggiore della nostra, troviamo la Grecia che si piazza al 93esimo posto con 36 punti e la Russia (133esimo posto con 28 punti). Tra i Paesi più virtuosi che hanno ottenuto un punteggio pari a 90, ci sono Danimarca, Finlandia e Nuova Zelanda. Tra i più corrotti, invece, Afghanistan, Korea del Nord e Somalia, tutti al 174° posto con 8 punti. Interessante notare come alcuni dei Paesi europei più colpiti dalla crisi, abbiano superato la sufficienza: l’Irlanda è 25esima, la Spagna 30esima e il Portogallo 33esimo. Ottengono più di 70 punti la Germania e la Francia, rispettivamente al tredicesimo e al 22esimo posto. Nel mezzo troviamo il Regno Unito (posizione 17) e gli Stati Uniti (posizione 19).

Giorgio Vischetti

@GVischetti

foto|| ilsole24ore.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews