Copenaghen, si spara in sinagoga: ucciso il terrorista

Dopo l'assalto pomeridiano, ancora paura nella notte a Copenaghen: un uomo ucciso davanti alla sinagoga, prima che l'attentatore fosse bloccato dagli agenti

copenaghen

La sinagoga colpita nella notte (repubblica.it)

Copenaghen – La Paura dell’Islam terroristico colpisce nuovamente l’Europa; nella laica Danimarca il terrorismo si fa largo a Copenaghen, dove in due attentati muoiono due persone. Gli attacchi hanno coinvolto un incontro in memoria delle vittime di Charlie Hebdo e una sinagoga: ancora al vaglio degli investigatori il probabile collegamento tra i due folli gesti, mentre in tutto il paese scatta la caccia all’uomo, che prosegue in questa domenica che rischia di essere ancora una giornata di terrore.

SECONDO ASSALTO – Un assalto a una sinagoga poco prima di mezzanotte: è accaduto a Copenaghen, a coronare un sabato di terrore. Il bersaglio è stata la sinagoga Krystalgade, nel centro della capitale danese, colpita da raffiche di pistola dopo la mezzanotte di sabato; tre feriti, un civile e due agenti di polizia, un bilancio aggravatosi nella notte, con la morte del civile, ferito alla testa dai proiettili.

copenaghen

Il caffè dell’attentato pomeridiano a Copenaghen (corriere.it)

POMERIGGIO DI FUOCO – Il sabato di terrore a Copenaghen era cominciato verso le 16, quando un uomo ha sparato ai partecipanti a un incontro su blasfemia, arte e libertà di espressione, al quale partecipava il vignettista Lars Vilks – già noto per le sue caricature anti-Islam – e l’ambasciatore di Francia. Il caffè Krudttøenden è stato quindi bersagliato di colpi di pistola, che hanno causato un morto e tre feriti, tre agenti della polizia in servizio di sicurezza in zona; illesi i due bersagli principali.

TERRORISMO – A confermare la matrice terroristica dell’attentato era stato immediatamente il premier danese Halle Thorning-Schmidt: «La Danimarca è stata colpita oggi da un cinico atto di violenza e tutto ci porta a credere che la sparatoria sia stata un attacco politico e quindi un atto terroristico». L’assalitore sarebbe fuggito dopo aver rovesciato trenta colpi di pistola contro la vetrina del caffè; la sua auto, una Polo Wolkswagen nera, sarebbe stata trovata abbandonata di lì a poco, ma la caccia continua anche in queste ore, pur con il dubbio che l’autore dei due attentati sia la stessa persona e, quindi, sia ormai morto.

copenaghen

I posti di blocco e la sparatoria notturna a Copenaghen (lastampa.it)

LA CACCIA NOTTURNA – Durante la notte, infatti, un uomo è stato ucciso dopo aver tentato di forzare un blocco della polizia; l’uomo, identificato come l’autore del secondo attentato, dovrebbe essere il protagonista anche del primo gesto di violenza del pomeriggio, ma le indagini danesi proseguono. La sparatoria è accaduta nei pressi della stazione Norrebro: l’allerta è rimasta comunque massima per tutta la notte e i posti di blocco hanno continuato a setacciare le persone in transito a Copenaghen.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews