Contro la fine del mondo? È corsa ai bunker e ai kit di sopravvivenza

Un cittadino della regione di Urumqi Xinjiang in Cina, si è costruito una moderna arca di Noè

Roma – L’atteso appuntamento con la fine del mondo, prevista dai Maya per il 21 dicembre 2012, si avvicina ormai in maniera inesorabile. In tanti si interrogano su quali saranno le possibili conseguenze, e in questi mesi su giornali cartacei e magazine online non sono certo mancati approfondimenti e focus più o meno attendibili sulla questione.

Come di solito accade in queste situazioni, c’è chi dà credito alle varie previsioni catastrofiste, e altri che invece in preda allo scetticismo attendono il prossimo 21 dicembre per farsi una grassa risata. Sui social network intanto, impazzano pagine dedicate all’evento e gruppi che raccolgono le diverse teorie, spesso anche molto fantasiose.

C’è infatti chi sostiene che si tratti di una semplice transizione, una sorta di data di passaggio che non scatenerà alcuna catastrofe o tempesta tanto paventate in quest’ultimo anno. Tuttavia cosa succederà ancora non è chiaro. Tra poche ammissioni e frequenti smentite c’è chi ha comunque deciso di correre al riparo, e convinto dell’inevitabile arrivo della catastrofe si è ingegnato e ha giocato con un po’ d’anticipo.

È quanto sta accadendo in Cina nella regione di Urumqi Xinjiang, qui un cittadino convinto che il mondo finirà nella data fatidica indicata dai Maya, sta ultimando la costruzione di una moderna arca di Noè. L’idea è di rifugiarsi all’interno della struttura con tutta la famiglia prima della fine del mondo. Un progetto quello di Lu Zhenhai che ha richiesto anche l’impiego di importanti risorse economiche. I lavori sono iniziati già due anni fa e hanno portato alla realizzazione di una grande struttura che si suddivide in diversi ambienti, in grado di garantire il riparo per circa un mese a diverse persone, quasi una ventina. Una volta ultimata, la moderna arca di Noè sarà pronta a salpare verso atolli e terre che resisteranno alla fine del mondo.

Il monte Bugarach è stato designato come l’unica località in cui trovare la salvezza in vista della fine del mondo

E se in Cina si attende la fine del mondo per riuscire a ripercorre le tappe del famoso racconto biblico, in altre parti del globo si cerca un rimedio per sopravvivere. In Francia, il monte Bugarach sembra essere l’unica località ideale per trovare la salvezza in vista dell’imminente catastrofe che coinvolgerà tutto il mondo. A oltre mille metri di altezza, sulla catena montuosa dei Pirenei, si è scatenata così la corsa per chi riesce ad accaparrarsi un bunker sicuro per sé e la propria famiglia. In piena psicosi da fine del mondo, i prezzi dei bunker sotterranei e la case erette in prossimità di questa vetta stanno lievitando in modo vertiginoso.

Dalla Russia invece arrivano degli appositi kit di sopravvivenza, concepiti e venduti propri in occasione del prossimo 21 dicembre. Il costo abbastanza abbordabile si aggira intorno ai ventisei euro e mette a disposizione dell’acquirente un taccuino e una matita, alici e vodka, qualche farmaco, sapone e dei fiammiferi. Beni di prima necessità, facendo presumere che per utilizzare questo kit, un domani ci dovrà pur essere. L’idea di base, come conferma la stessa azienda produttrice russa, non è quella di gettare benzina sul fuoco aumentando la psicosi, piuttosto strappare un sorriso anche ai più scettici. È probabile che in vista delle prossime festività natalizie in tanti sceglieranno di regalare questi kit, che potranno essere utili tra non molto tempo, se come ipotizzato da molti  la fine del mondo dovesse essere rimandata ai primi mesi del 2013.

Insomma si salvi chi può!

Angela Piras

@AngePiras

Foto: China out Afp; meteoweb.eu

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews