Contagio emotivo: su Facebook la felicità si diffonde a macchia d’olio

contagio emotivo

La felicità è contagiosa: anche su Facebook (blogs.tribune.com)

Molti utenti iscritti ai social network sono soliti manifestare i propri cambi di umore sulle proprie pagine-profilo, in particolare sul popolato Facebook.

CONTAGIO EMOTIVO: SE SEI FELICE LO DIVENTANO ANCHE GLI ALTRI - Numerosi sono poi gli amici che seguono tali aggiornamenti emotivi e che li commentano con frasi e aneddoti correlati. In questo meccanismo comunicativo, l’utente che esprime il proprio stato d’animo può condizionare – positivamente o in negativo – l’umore dei propri followers, in particolare se rende pubblica la propria serenità interiore. Secondo uno studio effettuato dalla Cornell University di Ithaca in collaborazione con l’università di San Francisco, condividere su Facebook uno stato che esprima felicità condiziona positivamente gli amici che lo leggono: l’ottimismo manifestato sui social diventa così contagioso.

ESAMINATI MILIONI DI UTENTI DI FACEBOOK - La ricerca è stata effettuata su un campione di quasi settecentomila utenti iscritti a Facebook, scelti casualmente e manifestanti sentimenti dalla tendenza sia ottimistica che pessimista e ha appurato che il “contagio emotivo” funziona in ambo le situazioni. Secondo il prof. Jeff Hancock lo studio ha relazionato l’influenza di un utente di Facebook sui propri amici, in base alla ricorrenza di parole dal significato positivo o negativo: in caso la persona esprimesse uno stato d’animo pessimista, le parole maggiormente digitate  nell’arco della settimana successiva, assieme a quelle postate da alcuni suoi amici, avrebbero mostrato una tendenza dell’intero gruppo volta a ritornare su tematiche e termini correlati alla tristezza o al pessimismo.

LO STUDIO SULLE PAROLE RICORRENTI – Nel caso in cui l’utente modificasse i contenuti in positivo, automaticamente anche i suoi amici aggiornerebbero i propri stati con pensieri più fiduciosi. Sulla rivista specializzata PNAS Social Scienze è stato pubblicato un articolo, inerente con lo studio della Cornell, che proclama la scoperta di prove effettive dell’esistenza di un contagio emotivo di massa attraverso i social network.  Prima di tale ricerca, gli studi psicologici avevano confermato la possibilità di modificare l’umore altrui tramite il contagio “faccia a faccia” nella vita reale ma, dopo l’ultima scoperta, sarebbe possibile anche condizionare lo stato d’animo dei propri amici su Facebook tramite i propri post. I ricercatori non hanno visualizzato i messaggi privati degli utenti ma si sono basati solo sulla verifica delle parole digitate in bacheca.

LE PERSONE FELICI CONDIZIONANO GLI ALTRI, ANCHE SUI SOCIAL - Gli studiosi hanno analizzato circa tre milioni di post su Facebook, per un totale di centoventidue milioni di parole. Alla fine dell’analisi i ricercatori hanno constatato che, fra gli stati selezionati, spuntavano circa quattro milioni di parole “felici”, poco più del doppio di quelle “tristi”. Il prof. Hancock aggiunge che le frasi pubblicate su Facebook potrebbero anche arrivare a condizionare le condizioni fisiche personali, proprio perché uno stato d’animo positivo o negativo influisce sulla psiche e, di conseguenza, sulla salute umana.

contagio emotivo

Smentita anche al teoria secondo cui chi posta stati felici renderebbe gli altri demoralizzati (quickanddirtytips.com)

La scoperta smentisce anche le teorie precedenti, le quali ritenevano che gli utenti con molti aggiornamenti positivi in bacheca avrebbero condizionato in negativo i propri followers, forse perché “i fortunati” avrebbero potuto scatenare l’invidia altrui o un senso di insoddisfazione negli amici che non potessero manifestare una eguale dose si felicità. Invece, la felicità resta comunque contagiosa e Facebook si mostra come un mezzo efficace per diffondere al mondo positività e allegria.

Foto preview: quertime.com

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews