Consulta: no al carcere per violenza sessuale di gruppo, ma misure alternative

violenzaRoma – Nei casi di violenza sessuale di gruppo, gli autori possono essere sottoposti a misure alternative alla detenzione, anziché alla custodia cautelare in carcere. Ad affermarlo è la Corte Costituzionale che ha quindi dichiarando l’illegittimità parziale dell’articolo 275, terzo comma del codice di procedura penale. Ne deriva quindi che i «gravi indizi di colpevolezza» non comportano l’automatica la custodia in carcere. In tali casi infatti il giudice potrebbe disporre anche le misure alternative alla detenzione qualora le esigenze cautelari siano rispettate.

La normativa è quindi illegittima, e la sentenza n.232 della Consulta è stata depositata proprio oggi. Qui i giudici hanno voluto comunque rimarcare la gravità del reato di violenza sessuale di gruppo, annoverandolo tra i reati più «odiosi e riprovevoli». «La previsione di una presunzione solo relativa di adeguatezza della custodia carceraria, atta a realizzare una semplificazione del procedimento probatorio – scrive la Consulta – suggerita da aspetti ricorrenti del fenomeno criminoso considerato, ma comunque superabile da elementi di segno contrario, non eccede i limiti di compatibilità costituzionale, rimanendo per tale verso non censurabile l’apprezzamento legislativo circa l’ordinaria configurabilità di esigenze cautelari nel grado più intenso.

La limitazione della libertà personale quindi, ad avviso della Consulta, deve avvenire secondo dati limiti che giustificano nel caso concreto le esigenze cautelari. La pronuncia è avvenuta a seguito di una questione di legittimità, sollevata dal Tribunale di Salerno. Richiamando quindi delle precedenti pronunce in materia, per i giudici le misure dovranno essere ispirate al criterio di ‘minore sacrificio necessario’. La sentenza non mancherà di far discutere in ambienti giuridici e politici, come ormai di norma avviene.

Angela Piras

Foto: arezzonotizie.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews