Confessare le fantasie erotiche al proprio partner salva la vita di coppia

Gli italiani hanno la tendenza a nascondere le proprie fantasie nascoste in ambito amoroso. Ma le statistiche parlano chiaro: confessarle protegge l’armonia della coppia

Confessare le proprie fantasie erotiche può salvare la vita di coppia (repubblica.it)

Confessare le proprie fantasie erotiche può salvare la vita di coppia (repubblica.it)

Le statistiche parlano chiaro: le donne che accettano di rivelare le proprie fantasie erotiche al rispettivo partner sono sostanzialmente poche. Quanto agli uomini, tra loro e la propria amata si instaura un vero e proprio tabù sessuale. Solo di recente è emersa una certa spigliatezza grazie alla quale parlare di sesso col proprio partner risulta più facile. Colpa delle precedenti – e secolari – imposizioni culturali? Probabile. Ma anche se, al giorno d’oggi, è possibile vedere scene di sesso in qualunque tipo di film mainstream, ci si ritrova sempre alquanto distanti dalla realtà dei fatti. Quello che si acquisisce dalla produzione culturale generale non è mai corrispondente alla reale conformazione dell’eros nella vita quotidiana. Dov’è, allora, la soluzione? Semplice: nella comunicazione di coppia.

FANTASIE E RELAZIONE – Le fantasie erotiche si trovano nell’inconscio umano. Non è difficile dedurre, quindi, che si tratta di una potente dose di immaginazione che, se non esternata di propria spontanea volontà, non sale in superficie da sola. Ma è proprio grazie all’immaginazione inconscia capace di generare le fantasie erotiche – che, a loro volta, creano il bisogno di esternazione sessuale insita nell’atto copulativo – che la vita di coppia funziona in quanto capace di generare desiderio tra i partner. Laddove, però, queste fantasie non riescono ad essere espletate in maniera sincera ed evidente, si creano problemi di natura fisica (il bisogno irrealizzato) che, in seguito, possono anche incidere sullo stato emotivo della coppia.

Confessare le proprie fantasie al partner vuol dire espletare le proprie pulsioni interiosi, quindi non soffrire di frustrazione (liveuniversity.it)

Confessare le proprie fantasie al partner vuol dire espletare le proprie pulsioni interiosi, quindi non soffrire di frustrazione (liveuniversity.it)

L’ASTENSIONE MINACCIA LA COPPIA – Circa il 30% delle donne non raggiunge l’orgasmo durante il rapporto di coppia. Per gli uomini la percentuale è nettamente inferiore (5%), ma sono comunque cifre che dimostrano come l’astenersi dal confidare al proprio partner le proprie fantasie erotiche influisce negativamente sulla tranquillità che il piacere sessuale conferisce al momento del suo raggiungimento. Il consiglio è, dunque, quello di non tirarsi indietro dal confessare i propri pensieri proibiti per lasciar sfogare la propria immaginazione in funzione della salvaguardia del rapporto di coppia.

MALEDETTA PUDICIZIA – Il problema della mancata comunicazione sessuale riguarda principalmente la pudicizia. Questo non vuol dire che un uomo o una donna devono essere pere forza dei pervertiti per godere di una sana serenità globale, ma si tratta di un dato che riguarda un eccesso di riservatezza che deriva da un senso di colpa che l’individuo prova perché – inconsciamente ma soprattutto socialmente – spinto a pensare che le proprie fantasie sessuali siano oggetto di comportamento malsano e, di conseguenza, punibili con chissà quale pena. Tutto ciò provoca un forte senso di frustrazione sessuale che, se non espresso, può provocare significative alterazioni di umore e, quindi, minacciare il rapporto di coppia.

Spesso il timore di esprimere le proprie fantasie erotiche deriva da imposizioni culturali e morali implicite (21secolo.it)

Spesso il timore di esprimere le proprie fantasie erotiche deriva da imposizioni culturali e morali implicite (21secolo.it)

VINCERE IL SENSO DI COLPA – Come si vince qualcosa di solo apparentemente scabroso ma, in fin dei conti, assolutamente naturale? Parlandone. Il traguardo principale non deve per forza essere quello della realizzazione assoluta delle proprie fantasie. Anche solo parlandone col proprio partner, infatti, si riesce tranquillamente a mettere in campo le proprie fantasie aprendo il proprio desiderio e, in tal senso, sciogliendo i limiti invisibili che frenavano la sincerità di coppia fino a poco prima. E quali sono, in genere, queste fantasie? In vetta alla classifica c’è l’idea di sesso di gruppo (nel 36% dei casi), seguono scambio di coppie, voyeurismo (vale a dire il guardare l’altro o altri sconosciuti fare sesso), dominazione (sopraffare o lasciarsi dominare dal partner nelle pratiche sessuali) e esperienze varie come l’essere legati o bendati (spesso archiviate come “bondage”).

Foto: repubblica.it / liveuniversity.it / 21secolo.it

Stefano Gallone

@SteGallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews