Condono: Bossi e Tremonti dicono no ma il Pdl non molla

berlusconi

Silvio Berlusconi

Roma – il Senatur Umberto Bossi e il ministro dell’Economia Giulio Tremonti si schierano contro qualsiasi forma di sanatoria fiscale. Questo è quanto è stato ufficializzato in seguito al vertice tra i 2 ministri, nella sede di Via Bellerio. Nessun condono in vista e, dunque, si conferma quanto già espresso dal sottosegretario al Tesoro, Luigi Casero: il condono  ‹‹non si farà›› perchè ‹‹non è praticabile››.

Tuttavia, malgrado il niet di Bossi e Tremonti, l’ipotesi della sanatoria è di là dall’essere archiviata e le divergenze sulla questione tornano ad alimentare anche i dissapori tra il ministro del Tesoro e il Pdl vicino al premier Silvio Berlusconi.

In serata sono circolate voci di un rilancio da parte del Pdl sul tema condono e sulla questione della patrimoniale: 2 misure che garantirebbero di rimpolpare le casse immediatamente e offrire migliori chance di applicazione al decreto sviluppo sulla crescita. E sulla patrimoniale, pare che anche il presidente del Consiglio sia favorevole attraverso l’attuazione di una mini-misura. Notizia questa, tuttavia, che non ha trova ancora nessuna conferma da Palazzo Chigi.

Intanto, il direttore dell’Agenzia delle Entrate non si sbilancia e fa sapere che ‹‹nessuno ha chiesto uno studio›› per calcolare un’ipotetico gettito sul condono, mentre spunta l’ipotesi di un prelievo sulle baby-pensioni da inserire nella legge di stabilità. Un prelievo dell’1% per coloro che hanno smesso di lavorare prima dei 50 anni, unitamente ad una possibilità di proroga al 2012 sulle tassazioni agevolate al 10% per i premi di produttività e un’altra per le risorse della cassa integrazione in deroga.

Attualmente, dunque, pare che il dl Sviluppo sia atteso entro ottobre mentre il ddl Stabilità potrebbe essere sottoposto all’attenzione del Consiglio dei Ministri già giovedì 13.

Tagli – Ancora aperta la questione dei tagli ai ministeri che sembra senza soluzione. E qualcuno vellica la possibilità di evitarli attevarso la sanatoria fiscale. Questa l’idea del ministro Saverio Romano, secondo il quale: il condono puo’ essere ‹‹uno strumento utile a sanare situazioni in essere senza procedere con tagli orizzontali››. Di questa opinione non è Casero: il “no” al condono non è legato a ‹‹problematiche etico-politiche, ma meramente tecniche e legate al fatto che l’Unione Europea non permette un condono Iva››. Il sottosegretario al Tesoro fa presente che ‹‹un provvedimento di condono non salvaguarderebbe gli importi di parte corrente e di lotta all’evasione fiscale inseriti nei provvedimenti di luglio ed agosto››. Della stessa opinione è Maurizio Leo del Pdl, il quale propone un concordato di massa dove ‹‹i contribuenti chiamati in causa pagano tutto, evitando sanzioni e interessi››.

Contrari alle misure sul condono anche i Commercialisti: ‹‹La fatica che facciamo a parlare contro l’evasione non merita questa fine ingloriosa››.

Invece, tra i sostenitori della sanatoria, spicca Fabrizio Cicchitto per cui serve una ‹‹discussione seria›› sull’argomento e ‹‹priva di tabù››. Le polemiche – continua il Capogruppo pidiellino – ‹‹non ci intimidiscono – perché alcuni – hanno colto l’occasione a buon mercato per rifarsi una verginità›› mentre altri si sono scoperti ‹‹Savonarola, anche perchè forse pensano che facendo solo tagli lineari e lotta all’evasione senza alcun tipo di politica per la crescita si possa prescindere da ogni ricerca del consenso sociale, visto poi che la responsabilità politica di quest’ultimo viene riversata solo sul Presidente del Consiglio››.

Intanto le associazioni dei proprietari immobiliare hanno lanciato un appello al Governo: proroga per il bonus ristrutturazioni al 36% e per quello sul risparmio energetico al 55%.

 

Chantal Cresta

 

Foto || ansa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews