Colletta Alimentare, 9.400 tonnellate di cibo raccolto contro spreco e povertà

Milano – Lo spreco di cibo rappresenta un vero e proprio problema di carattere sociale, almeno quanto la povertà di coloro i quali ogni giorno fanno fatica a procurarsi da mangiare. Secondo una ricerca di Coldiretti, infatti, ogni anno dalle case degli italiani viene buttato cibo (avanzi e prodotti scaduti) sufficiente a nutrire 44 milioni di persone per un valore che ammonta a circa 37 miliardi di euro, pari al 3% del Pil. Allo stesso tempo nel nostro Paese si registrano poco più di 3 milioni di individui sotto la soglia di povertà alimentare.

Povertà e spreco sono due facce della stessa medaglia che la Fondazione Banco Alimentare ONLUS combatte ormai da più di 20 anni con azioni concrete e iniziative su tutto il territorio nazionale. La più importante è la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, giunta quest’anno alla 14^ edizione e tenutasi sabato 27 novembre in oltre 8.100 supermercati d’Italia. 110.000 volontari hanno sfidato il tempo inclemente per invitare i clienti a donare alimenti a lunga conservazione, quali pasta, riso, tonno, omogeneizzati, legumi e sughi. Pioggia e neve in ogni caso non hanno raffreddato la generosità degli italiani che con il loro gesto hanno scelto di donare un totale di 9.400 tonnellate di cibo, il 9% in più rispetto all’anno scorso.

Ma come si è svolta questa giornata? A Milano abbiamo seguito i volontari di un supermercato di corso Buenos Aires, una delle principali vie della moda della città. Nella frenesia dello shopping prenatalizio fatto di luci, vetrine colorate e promozioni, una macchia gialla in movimento ha chiesto a tutti un piccolo, grande gesto di carità. Dalle 8 di mattina alle 9 di sera si sono alternati decine di volontari, dal ragazzino volenteroso al pensionato che stupiva per la sua capacità di sollevare con entusiasmo scatoloni da più di 15 kg ciascuno. Tutti sotto gli occhi di Stefano, il capo equipe che naturalmente era il più impegnato di tutti nell’organizzare la logistica della giornata: suddivisione dei compiti, preparazione delle scatole vuote con le relative etichette ad indicare la tipologia di cibo presente, pesatura delle scatole piene e stoccaggio nell’apposito furgone. Alla fine i numeri parlano di ben 300 scatoloni riempiti, per un totale di 5.000 kg di cibo raccolto.

Le donazioni di alimenti ricevute durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare andranno a integrare quanto la Rete Banco Alimentare raccoglie tutti i giorni, supportando così 8.000 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d´accoglienza) che aiutano ogni giorno più di un milione di bisognosi.

Roberto Cassaro

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews