Colesterolo e sovrappeso? Si combattono così

Colesterolo alto e sovrappeso, sono due patologie molto rischiose per la nostra salute, ma lo sono ancora di più quando queste sono in qualche modo legate tra loro. Infatti, quando i chili in più si legano al colesterolo cattivo (LDL) alto e al colesterolo buono (HDL) basso, si parla di sindrome metabolica ad alta probabilità di infarto cardiaco e ictus cerebrale, soprattutto quando a questi fattori di rischio si aggiungono anche problemi di glicemia e trigliceridi alti e di ipertensione.

Quando poi i chili di troppo si concentrano sulla zona addominale, diventano molto rischiosi per la salute del nostro cuore. L’adipe infatti, in questa zona del corpo, produce sostanze infiammatorie che intaccano le pareti interne delle coronarie. È bene ricordare come in questi casi la prevenzione sia la migliore arma di cura, per contrastare l’insorgere di complicazioni a volte anche mortali. Ecco perché in questi casi la prevenzione parte proprio dalla scelta degli alimenti da portare sulle nostre tavole; un’alimentazione sana e bilanciata possono davvero prevenire patologie cardiovascolari.

Sono tre i cibi che vengono definiti “antigrassi”, poiché contengono ottime quantità di vitamina C, fondamentale per contrastare il colesterolo cattivo e per la sua azione antiossidante che permette di eliminare con maggiore facilità il sovrappeso accumulato. Questi alimenti sono: arance, broccolo e kiwi.

I betaglucani invece, sono fibre (polisaccaridi) presenti per esempio nella crusca dei chicchi di cereale, in orzo e avena, ma anche in minima parte in segale e frumento. Grazie ai betaglucani è possibile evitare gli accumuli di grassi “cattivi” nel nostro corpo; possono davvero influire sul benessere e sulla nostra salute. Incidono in particolar modo nel tenere sotto controllo in maniera significativa i livelli di colesterolo LDL, limitando l’assorbimento intestinale di colesterolo e acidi biliari.

Diversi studi hanno inoltre dimostrato che i betaglucani presenti nell’avena, prevengono l’intolleranza agli zuccheri e contribuiscono quindi, a regolarizzare l’indice glicemico evitando rallentamenti del metabolismo dovuti all’aumento dell’insulina nel sangue.

Ma come fare per diminuire il deposito adiposo nella zona addominale e sul girovita? L’orzo può davvero contribuire a questa causa. Grazie ai betaglucani che contiene infatti, oltre a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo, aiuta anche a ridurre il girovita. Ecco perché è consigliabile mangiarlo 3 o 4 volte alla settimana, magari all’interno di zuppe o minestre.

Se presi dalla disperazione e dalla decisione di voler perdere il peso il più presto possibile, siete caduti nella tentazioni di consumare barrette e intrugli dietetici vari, che sostituiscono i pasti, è bene stare attenti a leggere sempre gli ingredienti di questi ultimi, perché spesso contengono grassi idrogenati, oggi riconosciuti come una delle cause principali degli alti livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

In commercio inoltre, è possibile trovare anche prodotti liofilizzati privi di additivi e dolcificanti, con un contenuto di carboidrati e proteine bilanciato e ricchi di fibre, antiossidanti, vitamine e minerali, in grado di “pulire” il sangue dal colesterolo cattivo, senza però andare ad intaccare i livelli di quello buono, che svolge un ottimo lavoro nel mantenere la salute del cuore.

Scegliendo i prodotti di cui si è parlato fin’ora, non solo si diminuirà il livello del colesterolo LDL nel sangue, ma si favorirà anche la perdita di peso.

Ecco come colesterolo e sovrappeso vanno spesso di pari passo: è bene cercare di tenere sotto controllo entrambi, per tenere alla larga complicazioni cardiocircolatorie, molto più frequenti in questo tipo di soggetti a rischio.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews